Autori Vari, Questione ebraica e socialismo reale, Edizioni all’insegna del Veltro, Parma 2011, pp. 130, € 12,00

Nella collana “Gladio e Martello”, diretta da Stefano Bonilauri per le Edizioni all’insegna del Veltro, esce ora questa raccolta di documenti e studi che, a quanto si legge sul “Resto del Carlino” del 29 maggio 2011, ancor prima di vedere la luce ha suscitato la scandalizzata reazione dei soliti censori e inquisitori democratici, ostili per principio ad ogni iniziativa storico-culturale che rischi di far vacillare i dogmi della Fede.

Eppure il volume in questione non sostiene nessuna tesi preconcetta, ma ripropone all’attenzione del lettore odierno alcuni documenti che ben illustrano la percezione che nei paesi del cosiddetto “socialismo reale” si ebbe del fenomeno sionista. Secondo una definizione della “Komsomolskaja Prava” del 4 ottobre 1967, “Il sionismo costituisce un impero invisibile, enorme e potente di finanzieri e industriali, un impero che non si trova indicato su alcuna carta del globo, ma che opera ovunque si estenda il campo capitalista”. A questa prospettiva si ispira il documento più rilevante tra quelli raccolti nel volume, ovvero il saggio di T.K. Kichko Giudaismo senza abbellimenti, pubblicato nel 1964 in URSS con l’autorevole crisma dell’Accademia Ucraina delle Scienze; ma la posizione della classe politica e intellettuale sovietica sul sionismo è abbondantemente ed efficacemente illustrata da una ricca selezione di articoli di stampa e di vignette satiriche provenienti dalla stampa sovietica degli anni Sessanta e Settanta.

Infine, due studi di Claudio Veltri usciti negli anni Ottanta e divenuti successivamente irreperibili si occupano in maniera specifica del rapporto che nel primo quarantennio di “democrazia popolare” intercorse tra il potere comunista e i circoli ebraici in due Paesi del campo socialista, rispettivamente la Polonia e la Cecoslovacchia.

INDICE

Nota editoriale
Giudaismo senza abbellimenti (di T.K. Kichko)
Polonia e lobby ebraica (di Claudio Veltri)
Cecoslovacchia e lobby sionista (di Claudio Veltri)
Dalla stampa sovietica degli anni ’60 e ’70

per ordini: insegnadelveltro1@tin.it

Articolo precedente

La Siria sotto attacco

Articolo successivo

L'Eurasia e il mondo libero