Neocon statunitensi e Likud israeliani ed il loro rapporto di stretta dipendenza

Abbiamo incontrato Francesco Brunelli Zanitti giovane, ma molto preparato, saggista che di recente per i tipi delle Edizioni all'insegna del Veltro (Parma), per conto dell’Isag, ha pubblicato il volume Progetti di egemonia. Neoconservatori statunitensi e neorevisionisti israeliani a confronto. Ne abbiamo approfittato per parlare del suo libro e per fare il punto sulla politica militare mondiale ed il ruolo di Usa ed Israele sullo scenario globale

LE ORIGINI INTERNE DELLA STRATEGIA GEOPOLITICA STATUNITENSE

“ ma se dobbiamo usare la forza, è perché noi siamo l’America: siamo la nazione indispensabile.” Le parole di Madeleine Albright, Segretario di Stato durante...

«Nessuno tranne noi!» Sulla visita del presidente D. Medvedev negli Stati Uniti

Il Presidente russo Dmitrij Medvedev si recherà negli Stati Uniti il 22-24 Giugno. Dovrebbe essere compreso con estrema chiarezza che negli Stati Uniti, o in qualsiasi altro paese, non si ha intenzione di contribuire a modernizzare la Russia.

L'incerto futuro politico della Gran Bretagna

Lo scorso 6 maggio la Gran Bretagna è stata chiamata a scegliere il suo nuovo governo, ma i risultati hanno deluso le aspettative di tutti i leader politici scesi in campo: 306 seggi ai Tories, 258 ai laburisti e 57 ai liberal-democratici.

Crisi economica: un possibile scacco politico

Secondo recenti sondaggi condotti negli USA, circa il 42% della popolazione ritiene che la questione principale di l'amministrazione Obama debba farsi carico sia proprio la crisi economica. Gli ultimi mesi hanno mostrato un parziale passo indietro nella già complicata strada della ripresa economica.

Scelta di campo

Il professor John Mearsheimer si pronuncia sulle recenti tensioni tra Israele e Stati Uniti d'America, mettendo in rilievo come la loro "relazione speciale" sia destinata inevitabilmente a deteriorarsi. .

LA PRIVATIZZAZIONE DELLA POLITICA E IL MOLOCH DELLO SVILUPPO

La tragedia avvenuta in Bangladesh riaccende i riflettori sulla questione delle esternalizzazioni nella produzione di beni da parte dei grandi marchi. La produzione materiale...

CRIMINALIZZAZIONE DELLA CRITICA D’ISRAELE IN CANADA

Disegno di legge C-13, un “cavallo di Troia digitale per la sorveglianza di stato” La campagna internazionale di boicottaggio, disinvestimento e sanzioni (BDS) contro Israele...

Insurrezione e intervento militare: accordo USA-NATO sul tentato colpo di Stato in Libia?

Gli Stati Uniti e la NATO stanno sostenendo un’insurrezione armata in Libia orientale, al fine di giustificare un "intervento umanitario". Questo non è un movimento di protesta non violento, come in Egitto e Tunisia. Le condizioni in Libia sono profondamente diverse.

Libera Europa?

In molti casi la potenza altrui dipende dalla propria debolezza e dall’incapacità di saper cogliere quelle opportunità concesse dalla fase storica che rende effettivi i processi di trasformazione degli assetti globali, in seguito ai quali è poi possibile rincorrere e agguantare un’autonomia decisionale prima insperata.
0

Your Cart