Hamid Gul: "Le relazioni di Wikileaks sono false"

La pubblicazione da parte di Wikileaks di documenti classificati degli Stati Uniti, includono affermazioni secondo cui l’ex capo delle spie del Pakistan, Hamid Gul avrebbe ordinato attacchi contro le truppe della NATO. Gul parla con il Monitor delle notizie di Wikileaks.

RELAZIONI SINO-INDIANE: TENSIONI TERRITORIALI SULLA SCIA DEL 1962

Cinquant’anni dopo la cosiddetta “guerra dei trenta giorni”, una nuova disputa territoriale è in atto tra Cina ed India. Il 15 aprile un contingente dell’Esercito...

L’instabilità politica del Pakistan e il possibile modello turco

Nawaz Sharif, capo del partito d’opposizione pakistano, il Pakistan Muslim League (Nawaz), ha recentemente fatto visita al presidente turco Gül. Sembra che Sharif sia interessato ad emulare il primo ministro Erdogan per riconquistare il potere e tenere a freno l’apparato militare. Tenendo conto anche dell’emergere del partito di Imran Khan, così come dell’elevata frammentazione politica, è possibile un cambiamento governativo in Pakistan collegato alle rivolte arabe? Il ruolo degli Stati Uniti e degli attori regionali è fondamentale per comprendere i cambiamenti in corso in Asia Meridionale e Vicino Oriente.

Iran: la Centrale di Bushehr e le imminenti trattative

L’alimentazione della centrale nucleare iraniana di Bushehr, e le seguenti reazioni della comunità internazionale, rappresentano solo uno degli ultimi sviluppi della lunga diatriba diplomatica riguardo il programma nucleare iraniano.

La grande Marcia del Pakistan

Spesso deriso come un “uno stato sull’orlo del fallimento” il Pakistan va a Avanti con un’agenda politica che affronta le priorità nazionali.

I Maoisti vanno in pellegrinaggio in Cina

KATHMANDU - Il leader maoista del Nepal, Prachanda, compirà una visita nella città di Shaoshan, nella provincia di Hunan, durante un viaggio in Cina in questa settimana. Questa sosta sul luogo della nascita di Mao Zedong, ricalca quella fatta l'anno scorso, come primo ministro, in Germania, - mentre viaggiava verso la sede delle Nazioni Unite di New York, - a Treviri, dove è nato Karl Marx.

Fine dei giochi in Afghanistan per gli USA: il minore di tre mali

Nel suo discorso scolaresco del 31 Agosto dallo Studio Ovale “Missione compiuta!”, il presidente degli Stati Uniti Barack Obama ha messo su un vago elogio dell’invasione di Bush in Iraq, asserendo che nessuno può dubitare del supporto di Bush alle truppe.

L’ARCIPELAGO DI CHAGOS FRA INTERESSI STRATEGICI OCCIDENTALI E QUESTIONE DEGLI ILOI

“Orma della libertà” è il nome della base statunitense situata a Diego Garcia, l’isola principale dell’arcipelago di Chagos, una colonia britannica che comprende numerosi...

Come furono uccisi 10 soldati francesi in Afghanistan, nell’agosto 2008

Quattordici mesi dopo, il Times di Londra dà la spiegazione dell'agguato che costò la vita a dieci soldati francesi in Afghanistan (il 18 Agosto 2008), in un documento presentato come esclusivo, il 15 Ottobre 2009. L'attacco è stato una sorpresa, poiché la zona dov’è avvenuto era tranquilla, ma era calma perché il servizio segreto italiano (gli italiani avevano occupato l'area, in precedenza) pagavano i ‘signori della guerra’ locali, per mantenerla calma. Quando gli italiani hanno lasciato la zona, i pagamenti cessarono. I francesi, che presero l'area sotto il loro controllo, un mese prima l'incidente, non sapevano di questa situazione durante la presenza dagli italiani e del cambiamento intervenuto.

Il Golfo Persico trova un garante per la sicurezza

Il fulcro della questione è che il Pakistan ha spazzato via le ragnatele ideologiche permettendo il prevalere di una fredda logica di interesse personale nelle posizioni riguardo alla “rivoluzione araba”. Il punto è che Islamabad ha tratto beneficio dagli stretti legami di amicizia con le oligarchie arabe ed è tutt’altro che convinta che il dilagare del virus democratico nella regione del Golfo Persico avvantaggerà i suoi interessi.
0

Your Cart