La Russia del 2010 – prospettive economiche e politiche (parte 1)

Domenica 10 ottobre si sono svolte le elezioni amministrative per il rinnovo del parlamento di alcune importanti regioni russe e anche per alcuni sindaci. L'articolo dopo aver richiamato i risultati delle ultime consultazioni si concentra sulle prospettive interne, sui rapporti con Stati Uniti, Europa, Italia e sulla situazione economica di Mosca.

Italia – Russia: cosa riserva il futuro?

Ad oltre un secolo si data l’instaurazione di relazioni culturali e commerciali italo-russe. Proclamato nel 1861 come stato nazionale unitario – il regno italiano, quasi subito, nel 1862, è stato ufficialmente riconosciuto dalla Russia e l’anno successivo è stato firmato il primo accordo commerciale tra Russia e Italia, che ha fornito le basi storiche per lo sviluppo di accordi bilaterali politici ed economici.

Penosa plutocrazia europea…

E così, ci spiega "Le Monde" del 13 marzo 2010, Catherine Ashtonsi dice « molto preoccupata » per l’annuncio del ministro dell’interno israeliano di un progetto di costruzione di 1600 nuove abitazioni in un quartiere di Gerusalemme-est.

LE ELEZIONI TEDESCHE E LA POLITICA ESTERA

Il 22 settembre scorso si sono tenute in Germania le elezioni per il rinnovo del 18° Bundestag. Le elezioni, seguite in tutto il mondo...

UCRAINA DOPO LE ELEZIONI PARLAMENTARI, ANCORA IN BILICO TRA UE E RUSSIA

In data 28 ottobre 2012 i cittadini ucraini sono stati chiamati alle urne per le elezioni parlamentari. Un evento importante per il Paese dato...

Le elezioni serbe

Le testate giornalistiche nostrane hanno subito titolato: “una vittoria a sorpresa” . Ad uscire vincitore dal ballottaggio non è stato il presidente uscente Boris Tadic,...

Europei prime vittime di sanzioni contro l’Iran

Il segretario generale del sindacato delle raffinerie italiane, Piero de Simone, ha rivelato che l’Italia sta per chiudere cinque raffinerie a causa delle sanzioni unilaterali adottate dall’UE contro l’Iran e il boicottaggio delle sue risorse petrolifere. Nella loro ultima riunione tenutasi a Bruxelles 23 gennaio 2012, i ministri degli esteri dell’Unione europea hanno imposto nuove sanzioni contro l’Iran, compreso il divieto dell’acquisto di petrolio da tale paese, il congelamento dei beni bancari della Banca centrale iraniana nell’Unione europea, e il divieto di vendita di diamanti, oro e metalli preziosi all’Iran.

Seminario "Il ruolo dell'Ungheria nel contesto continentale" (Foto e video)

Sabato 4 Febbraio, a Verona, si è svolto davanti ad un folto pubblico, il seminario di Eurasia 2011-2012: “Il ruolo dell'Ungheria nel contesto continentale”. Di...

Ucraina: tra Eurasia e Occidente

“Sarà molto più difficile che accetti l’ingresso dell’Ucraina nella NATO, in quanto ciò equivarrebbe a riconoscere che il suo destino non è più...

Paradiso pericoloso: per un giornalista l'Adriatico è inquinato dai rifiuti NATO

Pochi sono consapevoli del fatto che tonnellate di rifiuti tossici smaltiti dalla NATO vengono accatastati sotto la sfavillante superficie del Mare Adriatico in Italia.
0

Your Cart