Intervista a Enrico Galoppini su "L'Eco di Bergamo"

«Il Mediterraneo deve tornare ad essere un luogo di incontro fra i continenti» ■ L’eurasia è un’idea che ha attraversato culture, tradizioni e pensatori di...

Elezioni iraniane: la tesi dei brogli al vaglio

Alcuni candidati sconfitti alle elezioni presidenziali iraniane hanno denunciato brogli sistematici che avrebbero rovesciato i reali risultati; questa tesi è stata accettata in maniera largamente acritica da gran parte dei media occidentali. In realtà, gli argomenti che la sostengono non sono solidi. Il vantaggio del candidato vincitore sul secondo classificato è enorme e non risultano prove di brogli massicci nei seggi. L'ipotesi che i risultati siano stati riscritti a tavolino in sede di conteggio centrale pare smentita dal riconteggio parziale dei voti. I risultati ufficiali sono verosimili e dunque credibili: essi sono in linea con quelli delle precedenti elezioni e con quanto previsto dai sondaggi. I sospetti avanzati si fondano per lo più su metodologie dubbie o errate e su pregiudizi svincolati dalla realtà fattuale.

Il Dipartimento di Stato degli USA estende la sua destabilizzazione nel Golfo

L'amministrazione Obama ha deciso di rinominare l'Iran Democracy Fund. Questo programma, creato da Bush nel 2006 per la "rivoluzione verde", ora sarà chiamato Near...

Netanyahu è andato in segreto a Mosca per poche ore

Il gabinetto del primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu ha riconosciuto che ha visitato segretamente Mosca all'inizio di questa settimana. Inizialmente, l'addetto militare aveva spiegato...

Rivelato il « Progetto israeliano »

Rivelato il « Progetto israeliano » (estratti) Israele e la sua lobby negli Stati Uniti hanno pubblicato, con lo strano titolo di Global Language Dictionnary,...

Italia-Libia: dalle Frecce Tricolori alle ‘frecciate’ di tutti i colori

La questione del giorno, che sembra angustiare la diplomazia e la Difesa italiane, per coinvolgere l’intero comparto della politica estera, è la seguente: le...

South Stream e "Relazioni pericolose"

La Turchia ha autorizzato nei giorni scorsi la Russia a intraprendere gli studi per realizzare il passaggio del gasdotto South Strem dal territorio turco,...

Intervista a Ilich Ramirez Sanchez, detto Carlos

Ilich Ramirez Sanchez (nato il 12 ottobre 1949 a Caracas in Venezuela) è meglio conosciuto dal grande pubblico con lo pseudonimo di Carlos. Per...

Rafsanjani salutato al grido di "Morte alla Russia! Morte alla Cina!"

La Preghiera di venerdì 17 luglio 2009 a Teheran, guidata eccezionalmente dall’ayatollah Rafsanjani ha rianimato il movimento di protesta, in presenza del candidato sconfitto...

Progetto Nabucco: una conferma e qualche interessante novità

“Nabucco: il progetto di pace del XXI secolo” – così titolava ieri il quotidiano turco "Sabah", in occasione della sottoscrizione dell’accordo intercorrente fra i...
Sed tristique Lorem felis id Donec amet, nunc libero. consectetur pulvinar dictum
0

Your Cart