Egitto: gli ultimi giorni del Faraone

La società egiziana è divenuta un corpo senza testa: sono molti gli egiziani che cercano un nuovo eroe. Il dittatore ha già scelto chi lo sostituirà con l’appoggio dei servizi segreti e dell’esercito. Ma stavolta si trova contro una nuova generazione di egiziani.

Le minoranze etniche nel conflitto libico

I Tuareg sostengono Gheddafi, mentre gli Amazigh stanno con gli oppositori. Gli interessi dei Tuareg sono sempre stati nel sud— a differenza della gente amazigh, che ha studiato in Europa e ha costantemente coordinato i propri sforzi con Parigi.

Giochi di destabilizzazione in Turchia

Ahmet Őzal, figlio di Turgut Őzal, ha sporto denuncia contro il generale Sabri Yirmibeşoğlu, che fu a capo del Dipartimento operazioni speciali dell’Esercito: l’accusa è di avere organizzato, il 18 giugno 1988, un tentativo di assassinio del padre, all’epoca ritenuto dagli ambienti militari troppo “amico dei curdi”.

USA-Israele: l’attacco al convoglio di aiuti a Gaza rivela al mondo il vero "asse...

Le conseguenze delle azioni recenti di Israele, dimostrano chiaramente che la comunità internazionale si trova, ora, di fronte alla minaccia mortale rappresentata da questo asse USA-Israele; un asse in permanente stato di guerra contro il mondo.

EGITTO E IRAN: UN RAPPORTO NUOVO

L’ultima critica feroce è di qualche giorno fa. Appare sul giornale on-line Elaph a firma di  Ghassan Muflih, editorialista noto in tutto il Medio...

Russia – Siria: il ritorno nel Vicino Oriente

Il 10 e 11 maggio scorsi ha avuto luogo un importante incontro tra il presidente russo Dmitrij Medvedev e il presidente siriano Bashar Al-Assad. E' stata la prima visita ufficiale in Siria di un capo di stato russo dai tempi della Rivoluzione bolscevica del 1917.
libero dolor. diam non dictum pulvinar tristique
0

Your Cart