C’È AGDAM NEL GRANDE GIOCO TURCO

Sul tetto della grande moschea è cresciuta l’erba, e il suo interno è diventato una stalla per le vacche. Accade ad Agdam, una cittadina...

Etnia e Stato in Karačaj-Circassia: balcanizzazione del Caucaso?

Il congresso del popolo circasso, il 5 giugno scorso a Čerkessk, capitale della Repubblica della Karačaj-Circassia, ha avanzato formale richiesta al presidente russo Medvedev, al primo ministro Vladimir Putin e al presidente del Distretto del Caucaso, Aleksandr Khloponin di ricreare l‘oblast indipendente della Circassia.

Intervista a Lizzie Phelan

Lizzie Phelan, londinese, 25 anni, è una giornalista inglese – anche se ci tiene a specificare le sue marcate origini irlandesi – divenuta nota al pubblico per le sue attività di corrispondente di guerra per i network internazionali Russia Today e Press TV, dal teatro di conflitto libico nei mesi della drammatica contrapposizione interna e dei bombardamenti della Nato sul Paese mediterraneo. Contestata da alcuni colleghi per aver riportato verità evidentemente non in linea con il quadro (poi effettivamente dimostratosi distorto e manipolato) degli eventi, fornito dai principali canali informativi occidentali, Lizzie Phelan è tutt’ora impegnata in prima linea per cercare di informarci sui fatti che stanno agitando la Siria. L’abbiamo contattata per alcune domande e per conoscerla meglio.

Vertice quadrilaterale a Sochi

Il 18-19 agosto, i presidenti di Russia, Tagikistan, Afghanistan e Pakistan si sono riuniti per la seconda volta a Sochi. Il vertice è stato reso necessario soprattutto dalle recenti tensioni tra il Tagikistan e l’Uzbekistan e dal prossimo ritiro delle forze statunitensi dall’Afghanistan.

Verso una nuova cortina di ferro: lo scudo antimissile USA-NATO circonda l'Eurasia

Il progetto dello scudo antimissile è, in realta, la triade di tre scudi missilistici che formano un sistema globale di scudi antimissile che circonda l'Eurasia. I tre segmenti di teatro dello scudo missilistico hanno sede in Europa, Medio Oriente e Asia orientale.

RISVOLTI GEOPOLITICI DI UN FORUM ENERGETICO

Da pochi giorni si è concluso  il Russian Energy Week, convegno internazionale sull’efficienza energetica che si è svolto tra Mosca e San Pietroburgo e...

PROFILO DI RAZMAN ABDULATIPOV

Razman Abdulatipov, nato nel 1946 nel distretto di Tlyaratinsky, è diventato l'estate scorsa il nuovo presidente della Repubblica Autonoma del Daghestan. Essendo il Presidente...

Alexander Rahr: l’Eurasia è una realtà emergente

Quale  futuro si prospetta per l’Eurasia? Diventerà una regione pari all’Europa in termini di influenza globale? Quale ruolo vi giocherà la Russia? Alla vigilia...

Aymeric Chauprade: "L'arrivo al potere di Putin è un evento più importante, nelle relazioni...

Aymeric Chauprade ha insegnato geopolitica per 10 anni presso il Collegio interarma di difesa. E’ l’autore del grande trattato Géopolitique: Constantes et changements dans l'histoire, diventato rapidamente un manuale di riferimento. Il suo recente atlante di geopolitica del mondo ‘Chronique du choc des civilisations’, tuttavia, ha innescato una polemica che ha portato al suo licenziamento, richiesto dal ministro della Difesa. Si scopre che Chauprade difende e rappresenta una disciplina scientifica che tiene conto del "fattore culturale", e quindi la rappresentazione che i popoli fanno di se stessi e degli altri nella storia. A questo titolo, ha consacrato all’11 settembre un capitolo con il quale ha voluto "dimostrare che lo scontro delle civiltà, è soprattutto il fatto che una immensa parte dell'umanità, al di fuori del mondo occidentale, non crede alla versione ufficiale della versione data dal governo degli Stati Uniti, e che divenne la versione obbligatoria dei media occidentali.” Ma il distacco scientifico non è appropriato per tutte le materie.

Si intensificano i rapporti tra Iran e Bielorussia

Mercoledì è arrivato a Minsk Mahmoud Bahmani, governatore della Banca centrale della Repubblica iraniana . Lo scopo della visita, che durerà tre giorni, è quello di intensificare la cooperazione economica e finanziaria tra Minsk e Teheran. Mahmoud Bahmani incontrerà il primo ministro bielorusso Sergei Sidorsky, il ministro dell’economia Nikolai Zaichenko, quello dell’industria e il direttore della Banca nazionale bielorussa, Pyotr Prokopovich.
luctus Donec Nullam mattis id commodo tristique id
0

Your Cart