L'EUROPA MUSULMANA

Sabato 10 ottobre 2015 a Brescia, nella sala circoscrizionale di Via Pasquali 5, si è svolta una conferenza dal titolo “Identità europea e questione...

La Russia ha assicurato l'Iran sulla consegna dei missili

AFP 27 novembre 2009 - La Russia ha assicurato l'Iran che onorerà l’accordo per la consegna alla Repubblica islamica degli avanzati missili per la...

LA VITTORIA IN SIRIA SPIANA LA VIA AL MULTIPOLARISMO

Siria, Venezuela e Corea dimostrano che l’onda lunga della globalizzazione a guida statunitense può essere fermata. Preso atto del fallimento dell’unilateralismo USA, Cina e...

Media, "soft power" e prassi geopolitica tra Europa e Russia

Quello che segue è il testo dell'intervento di Tiberio Graziani, presidente dell'IsAG e direttore di “Eurasia”, alla conferenza internazionale Russia and Europe: Topical Issues of Contemporary International Journalism svoltasi a Parigi il 24 e 25 novembre scorsi. La conferenza è stata organizzata dal Ministero degli Affari Esteri e dall'Agenzia Federale delle Comunicazioni della Federazione Russa, in collaborazione con “Eurasia”, IFIMES e “The 4th Media”. Il direttore Graziani è intervenuto nell'ambito della terza sessione, dedicata al ruolo dei media di massa nelle relazioni internazionali.

L’EURASIATISMO KAZACO

Il Kazakistan tende ad autodefinirsi come un luogo in cui l’Oriente incontra l’Occidente, l’Europa si imbatte nell’Asia e dove gli scambi tra popoli sono...

L'enigma dell'Iran

L'embargo petrolifero dell'UE che ha recentemente colpito l'Iran e le minacce espresse dagli Stati Uniti e da altri paesi occidentali di future ulteriori sanzioni contro il paese, hanno portato gli osservatori a concludere che alla fine un conflitto armato tra l'Iran e l'Occidente può essere imminente. Gli osservatori prospettano due possibili scenari: la guerra o la destabilizzazione interna della Repubblica Islamica...

Kirghizistan: i perché della rivolta – l'opinione degli esperti

“Eurasia” ha raccolto le opinioni d'alcuni esperti, per cercare di capire il significato geopolitico dei recenti eventi in Kirghizistan: E. Buldakova, T. Graziani, S. Grazioli, M. Piskorski, K. G. Singh, R. Tomberg. .

I contratti sono firmati, i problemi restano

L’improvviso riscaldamento dei rapporti nel settore del gas russo-ucraino come esito degli accordi di Yalta firmato tra i due primi ministri di entrambi i paesi e dai negoziati di “Gazprom” con “Naftogaz di Ucraina” che li hanno sottoscritti, suscita sentimenti ambigui. Il fatto che il tradizionale conflitto invernale sul gas si sia rinviato, come minimo, fino alle elezioni in Ucraina, è evidente che costituisce un buon regalo di Anno Nuovo per tutti, persino per l’Europa. Ma è difficile parlare sul tema concernente le prospettive che si apriranno dopo la collaborazione, soprattutto, analizzando la situazione in maniera più tranquilla, escludendo il fattore preelettorale.

LA GUERRA CONTRO L'IRAN SIGNIFICA, IN PROSPETTIVA, LA GUERRA CONTRO LA CINA E LA...

Intervista a Gejdar Dzhemal *   Fin dall'approvazione delle sanzioni contro l'Iran entrate in vigore il 1° luglio, gli esperti dicono che l'Iran è stato costretto...

IL MONDO MULTIPOLARE E L’IDEA DI POST MODERNITA’

Nell’interessante quanto denso articolo di Dugin viene delineato il concetto di Ordine Multipolare. Esso parte innanzitutto dal negare che esista una gerarchia fra culture...
lectus non Donec ut elementum mattis dolor commodo
0

Your Cart