Il secondo Manifesto di Hezbollah

Versione italiana integrale (ricavata dall'originale in arabo) del nuovo Manifesto politico del partito libanese Hezbollah, preceduta da una prefazione del curatore Pietro Longo.

Il Patto di non aggressione tedesco-sovietico

GLI USA PROGETTANO LA GUERRA INTESTINA DELL'EUROPA (...) Sarebbe desiderio degli Stati democratici che là in Oriente scoppiasse un conflitto bellico fra il Reich tedesco...

La caduta del muro ha provocato le guerre civili nella Jugoslavia

Repubblica Serba di Krajina GOVERNO IN ESILIO 11.080 Земун, Магистратски трг 3  тел. 3077-028, vladarsk@gmail.com, Numero. 1115/09 - 9. 11. 2009. La caduta del muro ha provocato...

I diritti umani negli USA: il rapporto cinese

Il testo integrale del rapporto dell'Ufficio Informazioni del Consiglio di Stato della Repubblica Popolare Cinese sullo stato dei diritti umani negli USA nel 2009.

LETTERA APERTA DI GÁBOR VONA (JOBBIK) ALL’AMBASCIATORE ISRAELIANO A BUDAPEST

In seguito all'assegnazione del Premio Táncsics al giornalista televisivo Ferenc Szaniszló, l'ambasciatore israeliano a Budapest, Ilan Mor, ha pubblicamente esortato il governo ungherese a...

JEAN THIRIART INTERVISTA IL GENERALE JUAN PERON

Nel 1963 il Generale Juan Domingo Perón, esule a Madrid, riceveva in omaggio da parte di Fidel Castro un’elegante scatola di sigari, accompagnata da...

IL POPOLO KAZAKO NELLA PROSPETTIVA SOVIETICA

"Sergej Aleksandrovic Tokarev è certamente uno dei maggiori etnografi sovietici, ed è un docente particolarmente rappresentativo. La sua attività si è sempre estesa su...

Testamento di Muammar Gheddafi

Nel nome di Allah, il Misericordioso, il Benefico. Per quarant’anni, o forse più, ho fatto tutto quello che ho potuto per dare al popolo case,...

La nuova Costituzione Ungherese

A cura di Claudio Mutti Il lunedì di Pasqua dell’anno scorso il "Magyar Közlöny" (la gazzetta ufficiale ungherese) pubblicava il testo della nuova "Legge fondamentale...

La difesa dei diritti umani e la lotta contro l’imperialismo sono inscindibili

L’aggressione imperialista contro la Libia, capeggiata da Francia, Gran Bretagna e Stati Uniti, ha posto una volta di più in primo piano il disorientamento imperante in buona parte della sinistra e nei “progressisti” di diverse sfumature, il cui pensiero e le cui opinioni appaiono modellati dall’egemonia ideologico-culturale del capitalismo, abbigliato per l’occasione con le vesti del dirittoumanismo.
Lorem dolor id, ipsum in venenatis Nullam velit, libero
0

Your Cart