Il post-Stark in Europa: la stabilità finanziaria dell'UE dipende ancora dalla Germania?

Le dimissioni di Stark dalla BCE sono apparse alla comunità internazionale come la presa di distanza tedesca dal modo di gestire le economie in crisi e intese - dalla stessa Germania - come un modo per testare la propria leadership ed influenza nel mondo finanziario. E visti i risultati negativi in Borsa nei giorni successivi, sembra proprio che la Germania continui ad essere ancora determinante ma, se è vero che l’Europa ha bisogno della potenza tedesca, a sua volta la Germania ha bisogno dell’UE dal momento che solo la compattezza comunitaria può attirare capitali e garantire altrettanta compattezza da parte degli investitori.

L’assalto italiano alle centrali nucleari: la fiera delle perplessità

Per alcuni è una nuova speranza. Per altri, la catastrofe delle catastrofi. Per molti, un grosso punto interrogativo. Benché se ne parli poco, il cammino italiano verso le nuove centrali nucleari sembra fare passi in avanti.

Il Sudamerica si rende libero dalla tutela del dollaro

Nel nuovo scenario geopolitico ed economico che prospetta il continente sudamericano di fronte al mondo policentrista in formazione, la Banca del Sud rappresenta una pedina chiave per i sudamericani che vogliano disporre delle proprie risorse finanziarie.
0

Your Cart