TALASSOCRAZIA E SANZIONI

Megara e l'Italia Nel 1991, gli Atti di un colloquio di storici e politologi europei ed americani avente per tema "la rivalità egemonica fra Atene...

Le basi geografiche della geopolitica

LE BASI GEOGRAFICHE DELLA GEOPOLITICA ...Il complesso unitario dei continenti di Europa, Asia e Africa forma un’isola, di fatto e non solo teoricamente. Da ora...

La sfera di coprosperità della grande Asia orientale

La sfera di coprosperità della grande Asia orientale Kyoichi Tachikawa Tra la seconda metà degli anni ’30 e i primi anni ’40, in Giappone, la...

«La geopolitica oggi è non solo utile, ma necessaria» – Intervista a D. Scalea

Il nostro redattore Daniele Scalea ha partecipato come ospite alla prima puntata di "Theoretischen Blitzkrieg" (tramissione a cura del Centro Studi l'Arco e la Clava e della rivista "Strategos") dedicata al mutamento che i concetti di tempo e spazio hanno subito all'interno del paradigma globale contemporaneo.

ERNST NIEKISCH E LA GEOPOLITICA

Perennemente ostracizzato e bollato con lo sprezzante appellativo di “rossobrunismo”, il pensiero di Ernst Niekisch, declinato nella sua dimensione geopolitica, può nuovamente indicare all'Europa...

Ridefinire il binomio guerra-pace nell’era globale

Il binomio guerra e pace, che per lungo tempo ha semplicemente significato due ben distinte pratiche rituali del gioco politico, statale e non, susseguentisi l’una all’altra, nell’era globale necessita di essere ridefinito. Le nuove “pratiche di guerra e pace” rendono impronunciabile il termine guerra, quasi fosse tabù, e lo nascondono sotto le etichette di “intervento umanitario” e “peace-keeping operations”, mentre ciò che chiamiamo pace in realtà si confonde, tende a sfumarsi ed a sovrapporsi al “momento” armato, desacralizzandolo.

Geopolitica per la liberazione

La lettura geopolitica che Perón dà circa la relazioni di potere sorte dalla sconfitta di Germania e Giappone e dal dopoguerra costituisce un punto cardine del pensiero politico latinoamericano e terzomondista riconosciuto non solo dagli intellettuali di partito, ma anche dai suoi critici a livello internazionale.

L'Eurasia e il mondo libero

Ad Ankara come a Kabul, così come in altri luoghi assistiamo a un fenomeno quanto meno curioso: quello che vede gli uomini della CIA e del Mossad che assumono il comando della Rivoluzione Islamica, Non crediamo che molti musulmani si lascino ingannare da tali manovre! Tuttavia sono sufficienti per alimentare il progetto yankee-sionista che, in questo momento è diretto contro la Turchia prima che alla Cina, poiché è il governo di Ankara che sin dal 1991 si trova sottomesso al ricatto della destabilizzazione da parte dei curdi.

UNA GEOPOLITICA FLUVIALE

Il fiume è coessenziale ad una interpretazione della storia europea secondo una visione “di terra”, contrapposta ad una percezione marittima. Si vogliono evidenziare solo...

La nazionalizzazione argentina di YPF: un messaggio per l’Europa

La nazionalizzazione da parte dell’Argentina della quota spagnola (Repsol) della compagnia energetica YPF, che diventa così proprietà di Buenos Aires, ci parla direttamente...
fringilla ante. Aenean nunc neque. at elit.
0

Your Cart