Phil Kelly commenta “La Russia chiave di volta del sistema multipolare” di Tiberio Graziani

Il professore Philip Kelly (Emporia State University), politologo statunitense, Tiberio Graziani, direttore di "Eurasia", e Daniele Scalea, redattore della stessa, si confrontano sull'ultimo editoriale di Graziani dal titolo "La Russia chiave di volta del sistema multipolare", pubblicato nel numero 1/2010 di "Eurasia". .

Le necessarie prospettive della geopolitica europea

L’indipendenza per l’Europa è vitale. Passa per la riappropriazione di basilari elementi di sovranità, fuori e dentro l’Unione Europea, dalle acque del mare nostrum alle steppe eurasiatiche. L’Europa o sarà potenza o non sarà.

Geopolitica e Complessità

Quella che segue è la sintesi d'uno studio che apparirà prossimamente sulle pagine di "Eurasia. Rivista di studi geopolitici". Il principio generale della teoria della...

L'asse russo-germanico contro l'Occidente bancario

Diceva Oswald Spengler che il pericolo che già ai suoi tempi incombeva sulla civiltà bianca era doppio: da una parte c’era l’imminente “rivolta dei...

Asia Centrale: I 10 maggiori sviluppi del 2010

La presente lista dei 10 maggiori sviluppi nell’Asia centrale del 2010 è stata compilata sulla base della valutazione dell’autore a seconda del loro impatto nell’area, sia al livello politico che socioeconomico. Ad ogni modo, gli eventi sotto elencati avranno, fortunatamente, ripercussioni di lunga durata per l’Asia Centrale stessa.

Yves Lacoste, Che cos’è la Geopolitica

Per decenni siamo stati abituati a un certo modo di vedere il mondo, più classico e più radicato, che privilegia l'economia in quanto scienza....

L'alleanza sino-russa: una sfida alle ambizioni statunitensi in Eurasia

Mahdi Darius Nazemroaya, Global Research, 23 settembre 2007 "Ma se lo spazio intermedio respinge l'Occidente , diventa una singola entità assertiva; se...

La “Neuropolitica americana” come possibile chiave interpretativa della politica internazionale ?

Uno dei più interessanti e innovativi approcci allo studio della politica internazionale degli ultimi anni è di scuola americana; esso unisce la disciplina dell’analisi della politica estera con l’apporto delle neuroscienze, le quali, studiando il cervello umano, ne studiano funzionamento e limiti portando l’individuo, davanti a molteplici scelte, ad optare per un determinato corso d’azione rispetto ad un altro.

UNA GEOPOLITICA FLUVIALE

Il fiume è coessenziale ad una interpretazione della storia europea secondo una visione “di terra”, contrapposta ad una percezione marittima. Si vogliono evidenziare solo...

IL PENSIERO POLITICO E GEOPOLITICO DI FERENC SZÁLASI

Ferenc Szálasi (1897 - 1946), militare e politico ungherese, fu capo del Partito della Croce Frecciata, Primo Ministro del Regno d’Ungheria e Guida della...
id facilisis venenatis, id, libero. Praesent vulputate, dolor. consectetur porta. eleifend libero
0

Your Cart