Prima Parole chiave Aldo Braccio

Parola chiave: Aldo Braccio

INTERVISTA AD ALDO BRACCIO SULLA TURCHIA PER LA TRASMISSIONE RADIOFONICA "TUTTI IN CAMPO"

La registrazione audio dell'intervista ad Aldo Braccio, giornalista e scrittore, redattore della rivista Eurasia sulla Turchia per la trasmissione radiofonica "Tutti in Campo".

Terzo ponte sul Bosforo e grandi opere italiane

Il terzo grande ponte sul Bosforo – dopo il Boğazıcı Kőprűsű del 1973 e il Fatih Sultan Kőprűsű del 1988 – sarà costruito dall’italiana...

Cipro, un enigma da risolvere per la Turchia

Il ministro per gli Affari europei di Ankara, Egemem Bağış, ha sottolineato sulla stampa nazionale e in incontri pubblici la soluzione più gradita alla Turchia della questione cipriota: l’unificazione dell’isola, nella traccia di quel piano Annan del 2004 (previsione di uno Stato federale unito e indipendente) accolto dal 64,9 % dei turcociprioti e bocciato dal 75,8 % dei grecociprioti, con conseguente fallimento del progetto sostenuto dall’ONU.

"Turchia, ponte d'Eurasia": una recensione

Il saggio di Aldo Braccio, profondo conoscitore del mondo turco, assume un prestigio particolare se messo in relazione con l'attuale congiuntura storica. Dalla lucida disamina offerta da Aldo Braccio emerge il ritratto di una nazione proiettata verso il futuro mantenendosi allo stesso tempo legata al proprio passato, capace di ereditare alcuni dei fattori fondamentali che avevano reso grande l'impero della Sublime Porta.

Aldo Braccio, Turchia, ponte d'Eurasia

Agli occhi di molti italiani e di molti europei, la Turchia rappresenta una sorta di “altro da sé” continuamente evocato in termini di preoccupazione e di confronto polemico. Per altri, l’immagine del Paese è quella di un’entità adagiata nell’indolenza passiva alla periferia del mondo occidentale.

Ankara contro Damasco o Ankara per Damasco?

Per Aldo Braccio, i recenti "dissapori" tra Damasco e Ankara non sono da imputarsi a un'ostilità turca verso la Siria, ma piuttosto all’impazienza di veder chiusa una pagina difficile e spinosa quale si è venuta a creare nel vicino Stato a guida baathista. Turchia e Siria necessitano di pace sociale e stabilità, e qualcuno, sapendolo, è ben lieto di soffiare sul fuoco per avvelenare gli animi.

Fra arabi e turchi vince il dialogo e la comprensione

Si rafforzano le iniziative di partenariato fra Turchia, Libano, Siria e Giordania : è prossima l’istituzione di un Consiglio di cooperazione economica fra i...

Giochi di destabilizzazione in Turchia

Ahmet Őzal, figlio di Turgut Őzal, ha sporto denuncia contro il generale Sabri Yirmibeşoğlu, che fu a capo del Dipartimento operazioni speciali dell’Esercito: l’accusa è di avere organizzato, il 18 giugno 1988, un tentativo di assassinio del padre, all’epoca ritenuto dagli ambienti militari troppo “amico dei curdi”.

Referendum in Turchia: per farla finita con i colpi di stato

Domenica 12 settembre – esattamente a trent’anni di distanza dal colpo di Stato militare che impose l’attuale assetto costituzionale – la Turchia si esprimerà con un referendum popolare sul pacchetto di riforme costituzionali proposte dal partito di maggioranza AKP.

Iran, Brasile, Turchia: tutti "Stati canaglia"?

L’accordo stipulato tra Iran, Brasile e Turchia per il trasporto in quest’ultimo Paese di uranio iraniano a basso arricchimento è tanto importante non solo perché rappresenta un passo decisivo per lo sgonfiamento del caso “nucleare iraniano” ma anche per le implicazioni strategiche e geopolitiche dell’accordo.
eget nunc ut mattis lectus non quis, ultricies felis sed
0

Your Cart