Prima Parole chiave Erdoğan

Parola chiave: Erdoğan

CINA E TURCHIA, RELAZIONI IN CRESCITA

Il pieno riconoscimento turco dell’integrità territoriale cinese ha cancellato le passate polemiche su Uiguri e Xinijang e decisamente favorito il forte sviluppo delle relazioni...

LA TURCHIA AFFONDA NEL “PANTANO SIRIANO” E ABBANDONA LA SUA GENTE NELL’HATAY

La Procura di Reyhanlı – su disposizione del ministero della Giustizia turco – ha vietato alla stampa di riportare notizie sulle indagini in corso...

LA SHELL E I "RIBELLI" SIRIANI

Totalmente sconosciuto al grande pubblico internazionale solo una settimana fa, Sheikh Moaz al-Khatib è stato nominato presidente della Coalizione nazionale siriana, che rappresenta l'opposizione ...

INTERVISTA AL PRESIDENTE SIRIANO BASHAR AL-ASSAD

Russia Today, 9 Novembre 2012   SOPHIE SHEVARNADZE: Signor Presidente, grazie di averci concesso questa intervista.   BASHAR AL-ASSAD: Benvenuti a Damasco.   SOPHIE SHEVARNADZE: Un anno fa, molti erano...

ERDOGAN TENTA DI PROVOCARE UNA GUERRA CONTRO LA SIRIA

Tony Cartalucci, Land Destroyer, 3 ottobre 2012   Dopo aver ospitato terroristi stranieri e sostenuto le loro operazioni lungo tutto il confine siriano-turco per oltre un anno, la...

UNA NUOVA ERA PER LE RELAZIONI TURCHIA-USA?

Oggi si parla di una “età dell’oro” delle relazioni tra Turchia e Stati Uniti. La “Primavera Araba”, la posizione della Turchia sulla Libia e...

Una riflessione su un possibile intervento militare turco in Siria

Questo articolo è una mera riflessione sui rapporti instabili tra la Turchia e la Siria. Benchè di gran lunga migliorati negli ultimi anni grazie...

Erdoğan: direzione Gaza, passando per l’Egitto

Segnali contraddittori: la Turchia che da una parte accoglie la richiesta NATO di installazione del cosiddetto “sistema radar di difesa” – una minaccia latente verso l’Iran e non solo, si pensi per esempio alla posizione della Russia – e che dall’altra rompe decisamente con Israele in seguito al persistente rifiuto dell’entità sionista di interrompere l’embargo verso Gaza e di scusarsi per il sanguinoso assalto alla Mavi Marmara.

Ankara contro Damasco o Ankara per Damasco?

Per Aldo Braccio, i recenti "dissapori" tra Damasco e Ankara non sono da imputarsi a un'ostilità turca verso la Siria, ma piuttosto all’impazienza di veder chiusa una pagina difficile e spinosa quale si è venuta a creare nel vicino Stato a guida baathista. Turchia e Siria necessitano di pace sociale e stabilità, e qualcuno, sapendolo, è ben lieto di soffiare sul fuoco per avvelenare gli animi.

Iran, Brasile, Turchia: tutti "Stati canaglia"?

L’accordo stipulato tra Iran, Brasile e Turchia per il trasporto in quest’ultimo Paese di uranio iraniano a basso arricchimento è tanto importante non solo perché rappresenta un passo decisivo per lo sgonfiamento del caso “nucleare iraniano” ma anche per le implicazioni strategiche e geopolitiche dell’accordo.
elit. nunc tempus porta. tristique massa
0

Your Cart