Prima Parole chiave Pakistan

Parola chiave: Pakistan

«Gli USA in Afghanistan per controllare l'Asia Centrale» – Intervista a Simbal Khan

Simbal Khan (Institute of Strategic Studies, Islamabad), intervistata da Daniele Grassi, riflette sulle motivazioni geopolitiche che hanno portato gli USA ad invadere l'Afghanistan, e non manca di considerare ruolo ed interessi dei paesi vicini, dalla Russia all'India, dal Pakistan alla Cina.

L'inaugurazione del Parlamento afghano. L'isolamento di Karzai e i risvolti geopolitici

Le vicissitudini vissute in ordine all'apertura del nuovo Parlamento sono il sintomo di una situazione sempre più scottante in Afghanistan. Quali le ripercussioni della politica di Karzai? La stabilità interna e la solidità delle relazioni con gli alleati e i paesi vicini sono messe a dura prova.

Wikileaks. La percezione statunitense di India e Pakistan

Le rilevazioni di Wikileaks non lasciano immune neppure il subcontinente indiano. Diversi sono gli spunti di analisi in merito alla percezione che gli Stati Uniti avrebbero di India e Pakistan, paesi in continuo contrasto ma riavvicinati dalla questione della stabilizzazione dell'Afghanistan.

Cina-Pakistan: storia di una duratura partnership strategica

ll Pakistan rappresenta per la Cina uno sbocco per il Golfo Persico, un ponte per la comunicazione con il mondo islamico e con i paesi mediorientali; la Cina è per il Pakistan il bilanciere dell’Asia.

Gli Stati Uniti, l'Af-Pak e la Cina

La questione Afghanistan è pronta a prendere una nuova svolta, con gli USA e la NATO in vena di ritiro, il presidente dell'Afghanistan Hamid Karzai intrappolato nel fuoco incrociato, e la Cina che dichiara la sua intenzione di impegnarsi con il Pakistan in Afghanistan.

Una nuova geopolitica indiana?

Sono troppe le variabili in gioco per poter azzardare, al momento, previsioni circa le dinamiche geopolitiche che caratterizzeranno il futuro prossimo. Quel che però è certo è che in Asia si sta assistendo ad una netta ridefinizione degli equilibri di forza e nessuno degli attori coinvolti lascerà nulla di intentato per spuntarla sugli altri.

Cablegate e Politica in Sud Asia

Le recenti fughe di notizie dal sito dei rivelatori di Wikileaks indica la natura occulta della diplomazia, che può avere conseguenze più ampie. Secondo quanto riferito, dei 251.287 cablogrammi di Wikileaks, 3.038 provenivano dall'ambasciata statunitense di New perdite Delhi.

La Russia oscilla verso il Pakistan

Le consultazioni a New Delhi del ministro degli Esteri russo Sergej Lavrov, il Lunedi, sono avvenute durante lo svolgimento del tradizionale summit annuale India-Russia. Il presidente Dmitrij Medvedev dovrà visitare l'India il 21-22 dicembre. Lavrov ha sottolineato che un gran numero di accordi saranno firmati durante il vertice nei settori del commercio, economia, spazio e questioni militari.

Qualcosa puzza in Wikileaks…

Il generale Gul sostiene che l'intelligence statunitense ha orchestrato Wikileaks sull'Afghanistan, per trovare un capro espiatorio, Gul, da incolpare. David Cameron, in visita di stato in India, si è scagliato contro il presunto ruolo del Pakistan nel sostegno dei taliban in Afghanistan, conferendo adeguata credibilità alla storia di Wikileaks. La vera storia di Wikileaks, chiaramente non è stata ancora raccontata.

Una pace possibile?

La trama si infittisce e gli attori in campo cercano di accrescere il loro potere negoziale in vista dei negoziati. Obiettivi divergenti si scontrano con la necessità di porre fine ad un conflitto che dura ormai da oltre 9 anni.
0

Your Cart