Prima Parole chiave Cipro

Parola chiave: Cipro

CIPRO – CALYPSO 1

Cipro è uno dei grandi nodi diplomatici del nostro tempo. Fin dalla conflitto turco-greco del 1974 l’isola (spaccata in tre parti fra la zona...

ENI E RELAZIONI ITALO-TURCHE

Ai margini della visita del Presidente turco Erdoğan in Italia, la problematica situazione cipriota si riflette sulle operazioni di ricerca e di trivellazione programmate...

IL LUPO GRIGIO AL BIVIO

La Turchia è Europa. La regione chiamata con termine greco-bizantino Anatolia ("terra di levante") nell'antichità fu considerata parte integrante dell’Europa: Erodoto fissa infatti il confine orientale dell’Europa sul fiume Fasi, nei pressi degli odierni porti georgiani di Poti e Batumi. Nel Medioevo Dante colloca “lo stremo d’Europa” vicino ai monti dell'Asia Minore, dai quali, dopo la distruzione di Troia, l'Aquila imperiale spiccò il volo verso l'Italia. Per la geografia moderna, la penisola anatolica è la propaggine più occidentale dell'Asia; tuttavia alcuni geografi la considerano più che altro la quarta penisola del Mediterraneo, data la sua posizione analoga a quella delle penisole iberica, italiana e greca.

LA RUSSIA NEL MEDITERRANEO, LA QUESTIONE DEGLI STRETTI E DI CIPRO

Il raggiungimento di uno sbocco su mari caldi, come il Mediterraneo, ha da sempre costituito uno dei più importanti obiettivi geopolitici della politica estera...

INTERVENTO A "LA NOTTE DI RADIO1"

Il 22 marzo scorso è andato in onda all'interno del programma radiofonico "La notte di Radio 1" (nell'occasione interamente dedicato a Cipro, in virtù delle...

TRENT’ANNI DI REPUBBLICA TURCA DI CIPRO DEL NORD

Il 15 novembre prossimo si compirà il 30° anniversario della proclamazione della Repubblica Turca di Cipro del Nord, nella pienezza e indipendenza delle sue...

LA QUESTIONE CIPRIOTA

L'isola di Cipro, isola eurasiatica per eccellenza in quanto situata nel cuore del Mediterraneo orientale, presenta ancora oggi la triste peculiarità di essere divisa...

Cipro, un enigma da risolvere per la Turchia

Il ministro per gli Affari europei di Ankara, Egemem Bağış, ha sottolineato sulla stampa nazionale e in incontri pubblici la soluzione più gradita alla Turchia della questione cipriota: l’unificazione dell’isola, nella traccia di quel piano Annan del 2004 (previsione di uno Stato federale unito e indipendente) accolto dal 64,9 % dei turcociprioti e bocciato dal 75,8 % dei grecociprioti, con conseguente fallimento del progetto sostenuto dall’ONU.

La Turchia alle prese con la questione cipriota

Qualunque sarà l’esito delle elezioni legislative in Turchia del 12 giugno (la vittoria dell’AKP è data per certa) l’approccio del governo turco alla questione cipriota rimarrà immutato. Il governo Erdoğan non ha interesse a riconoscere l’indipendenza della TRNC. A quasi trentasette anni dall’invasione, l’indipendenza della parte nord dell’isola di Afrodite è una realtà di fatto. Sebbene riconosciuta solo dalla Turchia la TRNC è un membro della TURKOY ed è osservatore dell’OCI

Cipro: antiche sfide e nuovi sviluppi

È di pochi giorni fa la notizia che il primo ministro della “Repubblica Turca di Cipro del nord” (TRNC), Irsen Kicuk, si è recato ad Ankara dichiarando la volontà di conseguire un accordo commerciale con Cipro sud. Si parlerebbe, infatti, di aprire i porti ai ciprioti greci, cercando, di conseguenza, di riaprire le trattative con l’UE, per l’annessione della Turchia all'Unione Europea.
luctus ut Aliquam accumsan risus sem, odio
0

Your Cart