La Camera di Commercio Italo Kazaka, organo di Unioncamere, nasce come Associazione Italia – Kazakhstan 1996 a Milano, in seguito agli inviti rivolti all’Eni dall’Ambasciata kazaka in Italia e dallo stesso Presidente del Kazakhstan, Nursultan Nazarbayev.

I Soci fondatori sono inizialmente tra le principali aziende del settore petrolifero italiano, associazioni d’impresa e l’Ambasciata del Kazakhstan a Roma. Tra i firmatari va ricordato il Presidente onorario, ing. Guglielmo Moscato, già presidente di Agip.
La Camera di Commercio Italo Kazaka ha sempre avuto carattere apolitico senza scopo di lucro e, come obiettivo fondamentale, la promozione e lo sviluppo dei rapporti economici, culturali e sociali fra Kazakhstan e Italia.

La Camera viene spesso considerata come un’importante cassa di risonanza kazaka in Italia.

Il Presidente Nursultan Nazarbayev, nelle sue Visite Ufficiali in Italia nel 1998, nel 2003 e nel 2009, ha sottolineato l’importanza dell’attività dell’Associazione esprimendo il suo apprezzamento.
Nel corso degli ultimi anni si é diversificata ed accelerata l’attività istituzionale rivolta al settore industriale “non oil”.

Le aree di maggiore interesse della Camera corrispondono ai 7 cluster individuati dal Governo kazako per la politica di sviluppo economico individuata per il Paese: Oil & Gas, Materiali da costruzione, Industria agroalimentare, Metallurgia e Metalmeccanica, Industria Tessile, Turismo, Logistica e Trasporti.
È ormai evidente come importanti e diversi settori dell’establishment kazako contino sulla Camera di Commercio italo kazaka non solamente per una fattiva collaborazione mirata allo sviluppo dei rapporti economici e culturali reciproci, ma anche per una migliore diffusione in Italia della conoscenza del loro Paese.

La Camera di Commercio Italo – Kazaka si è posta da tempo l’obiettivo di arricchire il proprio indirizzo programmatico fungendo, oltre che da ente di assistenza alle aziende, anche da vero e proprio ente promotore di progetti e iniziative industriali in Kazakhstan. In questo senso, nel corso del 2011 e 2012, la CCIK ha svolto attività di promozione nei settori dell’Energia e dell’Agroindustriale che sono quelli di maggiore importanza nei piani di sviluppo dell’economia kazaka.

La CCIK ha attivato le sue iniziative partecipando direttamente alle più importanti fiere e congressi organizzati in Kazakhstan ed in Italia, contribuendo anche alla formazione di consorzi di imprese italiane per specifici progetti industriali. Il nuovo ruolo che vede la CCIK quale promotore multilaterale di investimento è guardato favorevolmente dalle autorità kazakhe quale efficace strumento di penetrazione in un mercato che richiede sempre maggiori competenze ed elaborazione di piani integrati fornendo anche uno sguardo ai mercati regionali limitrofi con i quali l’economia kazaka è destinata ad incrementare ulteriormente i propri scambi commerciali.

Nel corso degli ultimi due anni, le attività si sono concentrate nei seguenti settori:

a.     Settore dell’Energia / Oil & Gas con la partecipazione alla Fiera Kioge ed al progetto dell’Aktau Special Economic Zone (con Simest e Autorità portuale kazaka Morport Aktau);

b.     Settore agroalimentare con la partecipazione alla Fiera internazionale Agrofoodtech di Almaty con stand comune con l’Unione Parmense Industriali. Organizzazione degli incontri tra la delegazione kazaka, presente al Cibus di Parma ed aziende agroalimentari del territorio parmense. Gli incontri sono poi proseguiti in Campania presso il Distretto Industriale agroalimentare di Nocera Inferiore (SA);

c.     Settore della Logistica con la missione del Consorzio Agritalia (Cepim-CFT Rossi&Catelli-Bonatti) a Taraz per lo sviluppo del Centro Logistico all’interno dell’Area agroindustriale di Taraz APLC. Nell’ambito di tale progetto occorre segnalare la visita del presidente della holding statale TARAZ National Company presso gli stabilimenti di CFT, Cepim Interporto di Parma, Rodolfi Mansueto Tomato Processing;

d.     Promozione della Val di Fiemme e delle aziende della Provincia autonoma di Trento in vista dell’evento Universiadi Almaty 2017 (sport di montagna, attrezzature, infrastrutture)

e.     Tra le altre attività istituzionali realizzate dalla Camera di Commercio Italo Kazaka nel corso del 2011 occorre segnalare:

  1. Partecipazione alla Missione istituzionale e imprenditoriale guidate dal Governo italiano;
  2. Partecipazione presso la Regione Marche, Regione Puglia e Provincia di Bologna alle celebrazioni dei 20 anni di indipendenza della Repubblica del Kazakhstan e i 150 anni dell’Unità d’Italia, in presenza di numerose rappresentanze del Parlamento italiano e dell’Ambasciatore kazako Almaz Khamzayev.
  3. Partecipazione ai principali eventi in coordinamento con le altre realtà interessate al mercato.

 

http://www.italkazak.it/

Articolo precedente

"L’UNIONE EURASIATICA NEL MONDO MULTIPOLARE”: RESOCONTO, FOTO E VIDEO

Articolo successivo

ARGENTINA E FMI A CONFRONTO