Prima Parole chiave Wikileaks

Parola chiave: Wikileaks

Wikileaks e la disinformazione dei media

Molto è stato scritto sulla stampa mainstream del sito spifferatore Wikileaks. Ma l'interpretazione e il significato di quelle storie che Wikileaks ha diffuso in tutti i media aziendali, devono essere sottoposti a un'analisi attenta e critica.

«Rapporti con la Russia: in Germania non ci sono le polemiche italiane» – S....

Intervista esclusiva col giornalista e saggista Stefano Grazioli sulle recenti polemiche divampate a proposito delle relazioni politiche ed energetiche Italia-Russia. Berlino ha con Mosca rapporti del tutto simili a quelli di Roma, ma in Germania le polemiche sono assenti. Perché nel nostro paese non è così?

Cablegate e Politica in Sud Asia

Le recenti fughe di notizie dal sito dei rivelatori di Wikileaks indica la natura occulta della diplomazia, che può avere conseguenze più ampie. Secondo quanto riferito, dei 251.287 cablogrammi di Wikileaks, 3.038 provenivano dall'ambasciata statunitense di New perdite Delhi.

I rapporti Italia-Russia, l'Ambasciata USA ed il declino di Berlusconi

Tra i documenti recentemente diffusi da "Wikileaks" c'è anche il seguente: la stampa italiana ne ha citato alcuni passaggi, spesso però omettendone altri parimenti o addirittura più rilevanti. La parte più interessante del documento è proprio quella dove si descrivono le contromisure che Spogli sta mettendo in atto – ma stranamente è anche la porzione di testo meno citata dalla stampa italiana.

Breve nota sulle rivelazioni di "Wikileaks"

Dietro a "Wikileaks" si nasconde un'operazione di intelligence. Probabilmente proveniente dagli USA stessi, ossia da una parte del suo establishment, che ha messo in imbarazzo l'amministrazione Obama ma fatto in modo che Washington, tra tutte le capitali coinvolte dalle rivelazioni, fosse quella che ne esce meno peggio.

Qualcosa puzza in Wikileaks…

Il generale Gul sostiene che l'intelligence statunitense ha orchestrato Wikileaks sull'Afghanistan, per trovare un capro espiatorio, Gul, da incolpare. David Cameron, in visita di stato in India, si è scagliato contro il presunto ruolo del Pakistan nel sostegno dei taliban in Afghanistan, conferendo adeguata credibilità alla storia di Wikileaks. La vera storia di Wikileaks, chiaramente non è stata ancora raccontata.

Iraq: la guerra sui numeri delle vittime

I dati di Wikileaks, assieme agli altri risultanti dalle analisi dei più attendibili progetti di monitoraggio delle operazioni in Iraq, contribuiscono a dimostrare come lo striscione Mission Accomplished dell’1 maggio 2003 si sia rivelato oltremodo ottimistico.

Gates: le rivelazioni di Wikileaks sono insignificanti

Tre mesi dopo la divulgazione da Wikileaks di 92.000 documenti riservati dell'Esercito degli Stati Uniti sulla situazione in Afghanistan, il Dipartimento della Difesa ha ammesso che questi documenti sono stati inutili. Tutto questo ancora una volta solleva dubbi circa l'affidabilità del sito Wikileaks.
0

Your Cart