Fonte: Global ResearchDeutsche Press Agentur – 2009/10/13

Bruxelles/Parigi: Le discussioni, a una conferenza a Parigi, sul futuro dell’Afghanistan, gestite dal think tank East-West Institute, ‘hanno solo ulteriormente rafforzato l’impressione dell’incombente capitolazione della NATO in Afghanistan‘, ha scritto Dmitry Rogozin in un feed Twitter sulla riunione. ‘La Russia e i suoi partner dell’Asia centrale dovrebbero essere pronti a un tale drammatico scenario’.

La NATO ha attualmente circa 67.700 soldati in Afghanistan, che operano sotto il mandato delle Nazioni Unite, nel tentativo di stabilizzare il paese. La Russia appoggia la missione, permettendo che alcuni rifornimenti della NATO passino attraverso il suo territorio, e collabora con la NATO nella lotta contro il traffico di droga afgano. Tuttavia, finora ha escluso ogni partecipazione militare nel paese.

I leader della NATO insistono sul fatto che l’Alleanza resterà in Afghanistan per tutto il tempo necessario per consolidare il governo del paese e all’esercito di controllare il proprio paese. Ma la missione è bloccata dall’aspra battaglia con i taliban. Il sostegno pubblico nei paesi della NATO sta diminuendo, e stanno crescendo i dubbi sulle credenziali democratiche del governo di Kabul, dati i rapporti sui brogli di massa nelle elezioni di agosto.

Rogozin, ex capo del partito nazionalista della Russia ‘Patria’, è stato nominato ambasciatore alla NATO nel gennaio 2008. S’è rapidamente fatto un nome, per essere apertamente critico verso alcune politiche dell’Alleanza, in particolare il desiderio di incorporare stati ex-sovietici come la Georgia e l’Ucraina.

La NATO dovrebbe accettare solo il presidente della Georgia Mikheil Saakashvili, se erano disposti ad accettare anche Hitler e Saddam Hussein, ha detto Rogozin al culmine della guerra della Russia in Georgia, nell’agosto 2008.

Lunedì ha accusato la NATO di far finta di non accorgersi di un rapporto commissionato dall’Unione europea, che afferma che sia la Georgia che la Russia hanno violato il diritto internazionale nella loro guerra. ‘Per me, questa è l’ennesima prova che la Russia aveva ragione e la NATO ha sbagliato’, ha scritto su Twitter. Solleverà la questione in una riunione degli ambasciatori della NATO di Mercoledì, ha detto.

Traduzione di Alessandro Lattanzio
http://www.aurora03.da.ru
http://www.bollettinoaurora.da.ru
http://sitoaurora.narod.ru
http://sitoaurora.altervista.org
http://eurasia.splinder.com

Articolo precedente

Barak mette in guardia dal danneggiare ulteriormente le relazioni Israele-Turchia

Articolo successivo

L’ipocrita ingerenza del FMI e della Banca mondiale nella Repubblica democratica del Cong