Prima Parole chiave Gaza

Parola chiave: gaza

GAZA SITUATION REPORT (GEORGE FRIEDMAN ON STRATFOR JULY 14TH 2014)

Traduzione, sintesi e commento di Corrado Fontaneto Siamo di fronte al massacro perpetrato – ed in continuo aumento – dalle truppe israeliane nel territorio di...

“IL NUOVO EQUILIBRIO DEL TERRORE IN MEDIO ORIENTE”

NEW YORK – Nella guerra tra Israele e i Palestinesi, durata una settimana, sono lentamente ma indubbiamente emersi dei segnali  di un nuovo “equilibrio...

PARTITA A SCACCHI GEOPOLITICA DIETRO L'ATTACCO A GAZA

Le recenti ostilità tra la Striscia di Gaza e Israele devono essere considerate nel contesto del grande scacchiere geopolitico. Gli eventi di Gaza sono...

“COLONNA DI NUVOLE”

Non è una novità che nel corso del lungo e tragico conflitto arabo-israeliano sia più  volte accaduto che gli "amici" dei palestinesi si siano...

LO SCOPO DELL'AGGRESSIONE SIONISTA

Qualche ingenuo potrebbe credere che l'attuale aggressione israeliana contro Gaza, con armi statunitensi finanziate direttamente o indirettamente con denaro arabo, sia una reazione al...

PERCHE' UNA NUOVA GUERRA CONTRO GAZA?

Ancora una volta Israele ha attaccato Gaza e i media internazionali trasmettono immagini di distruzione. Tuttavia la desolazione che ci provoca l'orrore quotidiano di...

Consigliere di Sarkozy: “Gaza è una prigione a cielo aperto”

Intervistato su «Radio J», una radio ebraica che trasmette da Parigi, Henri Guaino, in risposta ad una domanda su Gaza, ha dichiarato che essa...

Hamas divulga i contenuti di una riunione svoltasi ad Amman

Alcuni siti d’informazione vicini a Hamas hanno pubblicato il resoconto di una riunione tenutasi nella capitale giordana Amman il 27 febbraio. I partecipanti a questo incontro, che aveva per tema il rafforzamento del blocco su Gaza,erano rappresentanti dei servizi segreti palestinesi, israeliani, americani, egiziani e giordani.

L’attacco alla flottiglia umanitaria di Gaza mette a repentaglio Israele stesso

Il goffo attacco di Israele contro la flottiglia di aiuti umanitari a Gaza lo scorso 31 maggio è l’ultimo segnale che Israele riversa in un disastroso corso che sembra incapace di cambiare. L’attacco, tra l’altro, mette in luce la misura in cui Israele è diventato un peso strategico per gli Stati Uniti.

In memoriam

Segnala il Corriere della Sera el 3 giugno ( a firma Francesco Battistini) che "Israele ha accettato di chiudere un occhio anche sulle procedure di rimpatrio delle salme previste dalla legge". Che sensibilità, questi israeliani, che squisitezza di comportamento.
nec vel, luctus id Lorem ut mi, Praesent consequat. elementum
0

Your Cart