Intervistato su «Radio J», una radio ebraica che trasmette da Parigi, Henri Guaino, in risposta ad una domanda su Gaza, ha dichiarato che essa è in effetti una prigione a cielo aperto, condannando coloro che collegano la situazione dei palestinesi agli omicidi commessi da Mohamed Merah a Tolosa.

“In un certo senso, Gaza è una prigione a cielo aperto, dal momento che queste persone non possono entrare né uscirne, e nemmeno possono farsi un bagno in mare …”. “Ho visto come si vive a Gaza. Non è una situazione che può andare avanti… la posizione della Francia e della maggior parte dei paesi che sono anche amici di Israele”, ha inoltre sottolineato.

Fonte: al-Manar (Libano), 27 marzo 2012


Traduzione di E. Galoppini

Articolo precedente

Bambini-soldato tra gli insorti siriani!?

Articolo successivo

Il mito della sfiducia nelle relazioni cileno-argentine