L’Istituto di Alti Studi in Geopolitica e Scienze Ausiliarie (IsAG) è lieto d’annunciare l’ingresso di tre nuovi studiosi di fama internazionale nel Comitato Scientifico della sua rivista “Eurasia”. Si tratta dei russi A.G. Oganesjan, A.G. Dugin e dell’ucraino V.A. Dergačёv. Tre studiosi che all’interno del loro paese sono considerati tra le maggiori autorità nel campo della geopolitica e delle relazioni internazionali. Presentiamo qui un breve profilo di ciascuno dei nuovi innesti nel Comitato Scientifico di “Eurasia”, che con loro arriva a contare 27 membri, tra autorità della materia italiane e straniere, accademici, militari e diplomatici.

 

Armen Garinkovič Oganesjan (n. 1954, Mosca) è il direttore di “Meždunarodnaja Žizn'” (“Affari Internazionali”), rivista del Ministero degli Affari Esteri della Federazione Russa. Il direttore Oganesjan, esperto giornalista premiato con diversi riconoscimenti nazionali, è membro del Consiglio sulla Politica estera e la Difesa (organizzazione indipendente che opera a stretto contatto con gli organi parlamentari e governativi in funzione di consulente tecnico).

 

Aleksandr Gelievič Dugin (n. 1962, Mosca) è professore presso la Facoltà di Sociologia dell’Università Statale “M.V. Lomonosov” di Mosca, dove dirige il Centro per gli Studi sul Conservatorismo ed è responsabile del Dipartimento di Sociologia delle relazioni internazionali. Filosofo, si è però dedicato anche allo studio della geopolitica, realizzandone un manuale di ampia diffusione e servendo per anni da consulente della Presidenza della Duma di Stato della Federazione Russa.

 

Vladimir Aleksandrovič Dergačёv (n. 1945, Transbaikalia) è fondatore e direttore d’un proprio Istituto di Geopolitica. Durante la sua carriera ha lavorato presso vari istituti, tra cui il Centro per l’Estremo Oriente dell’Accademia delle Scienze dell’URSS, ed è autore di circa 600 pubblicazioni scientifiche, tra le quali 40 libri, che lo rendono uno dei più prolifici ed importanti autori di geopolitica ucraini.

 

L’IsAG ringrazia il direttore Oganesjan e i professori Dugin e Dergačёv per la fiducia dimostrata, sicuro che la garanzia offerta dai loro prestigiosi nomi e dal loro prezioso ausilio renderà ancora più autorevole la rivista “Eurasia”.
Articolo precedente

In Marocco il nuovo Premier è un Fratello Musulmano

Articolo successivo

Qatar: quanto potere in una striscia di sabbia?