“Le ultime due settimane sono state di un’importanza eccezionale. Si sono verificati episodi tristi e lieti che comportano delle lezioni per la nazione iraniana”
“Che significa ‘Giorni di Allah’? Sono i giorni in cui si può vedere la potenza divina negli avvenimenti. Uno dei Giorni di Allah è quello in cui dieci milioni di uomini e donne in Iran e centinaia di migliaia in Iraq e in altri paesi hanno riempito le strade e le piazze per rendere omaggio al Martire Soleymani, nel più affollato funerale del mondo intero”.

“Anche il giorno in cui i missili dell’IRGC hanno demolito la base militare statunitense in Iraq è un Giorno di Allah. Una nazione animata dallo spirito necessario per schiaffeggiare una potenza globale, arrogante e persecutrice ci mostra il potere divino in uno dei Giorni di Allah”.

“A quarantun anni dalla vittoria della Rivoluzione Islamica, qual è la forza che ha potuto radunare questa folla massiccia ai funerali del Martire Soleymani? Chi ha prodotto queste lacrime, questo amore, questo entusiasmo? Qual è stata la causa di questo miracolo, se non la potenza di Dio?”

“L’ignominioso governo statunitense ha dato prova della sua infamia chiamando terrorista il Martire Soleymani, quando tutti lo hanno riconosciuto come il generale più valoroso nella lotta contro il terrorismo. Quale altro generale ha compiuto gesta altrettanto grandiose?”

“L’impero mediatico sionista ha cercato di spacciare per terrorista il nostro valoroso Generale! Il presidente degli USA e il suo Segretario di Stato lo hanno ripetuto. Ma Dio ha fatto il contrario di quanto essi desideravano. Non solo in Iran, ma in diversi paesi, è stato reso omaggio a questo Martire e sono state bruciate bandiere sioniste e statunitensi”

“Il governo statunitense ha assassinato il Martire Soleymani, ma non lo ha fatto sul campo di battaglia, bensì in maniera vile e codarda. Ciò ha impresso un marchio d’infamia sugli USA. Prima, assassini del genere erano una specialità del regime sionista. Adesso il presidente degli Stati Uniti proclama di aver assassinato Soleymani. Dio si compiace di indurre questi individui a confessare i loro delitti”.

“La forte risposta dell’IRGC nell’attaccare una base militare statunitense merita una riflessione. E’ stato un colpo per gli USA. Si è trattato di un efficace attacco militare. Anzi, più che un attracco militare, è stato un attacco contro l’immagine degli Stati Uniti come superpotenza”.

“Per anni gli Stati Uniti sono stati attaccati dalla Resistenza in Siria, in Iraq, in Libano e in Afghanistan. Ma il bombardamento effettuato contro una base militare statunitense è stato un evento più grandioso, perché si è trattato di una sfida al prestigio ed al terrore esercitato dagli Stati Uniti. Loro hanno detto che intensificheranno le sanzioni. Ma ciò non gli restituirà il prestigio che hanno perduto”.

“La Forza Quds ha obiettivi benefici e nobili. La Forza Quds guarda tutti con spirito tollerante, dovunque. Sono combattenti senza confine che si recano dovunque ci sia bisogno di loro per tutelare la dignità degli oppressi. Si sacrificano per proteggere ciò che è sacro”.

“I combattenti della Forza Quds sacrificano le loro vite per assistere gli oppressi nella regione. Li aiutano a far fronte al terrorismo ed all’arroganza, allontanando l’ombra della guerra, del terrorismo e della distruzione dall’Iran e da altri paesi”.

“Con il corteo funebre di decine di milioni di uomini e donne per le esequie del Martire Soleymani, la nazione iraniana ha mostrato il proprio sostegno alla Resistenza contro l’aggressione del nemico. Questi pagliacci statunitensi mentono spudoratamente quando dicono di essere al fianco del popolo iraniano. Guardino chi è il popolo dell’Iran”.

“Forse che ‘il popolo iraniano’ è rappresentato dalle poche centinaia di individui che hanno sconciato i manifesti in onore del Martire dell’Iran, il Generale Soleymani?”

“L’infame governo statunitense ripete che loro stanno a fianco del popolo iraniano. Mentono. Se state a fianco del popolo iraniano, è solo per pugnalarlo al cuore coi vostri pugnali avvelenati. Naturalmente, non siete riusciti a farlo e certo continuerete a fallire nel vostro intento”.

“La minaccia dei governi francese e tedesco e del perfido governo britannico, di portare il caso dell’Iran al Consiglio di Sicurezza, ha dimostrato ancora una volta che questi governi sono i lustrascarpe degli Stati Uniti. Questi tre paesi sono quelli che diedero il loro aiuto a Saddam nella guerra che egli ci impose”.

“Il governo tedesco diede a Saddam le armi chimiche per colpire le nostre città e qui risentiamo ancora degli effetti. Il governo francese diede a Saddam i Super Etendards per attaccare le nostre petroliere. Anche il governo britannico ha aiutato Saddam in tutti i modi. Ecco di che gente si tratta”.

“Anche quando questi governi trattano, i loro negoziati nascondono l’inganno. Le persone che si presentano al tavolo dei negoziati – i cosiddetti gentlemen –  sono gli stessi terroristi dell’aeroporto di Baghdad. Non fanno altro che cambiarsi d’abito”.

“Qual è il nostro dovere? La diletta nazione iraniana deve diventare più forte. La forza non è solo quella militare. Bisogna rafforzare l’economia del paese. Bisogna smetterla di basarsi prevalentemente sul petrolio. Lo sviluppo scientifico e tecnologico deve continuare. A sostenere tutto ciò è la presenza del popolo”.

Articolo precedente

L'ASSASSINIO DI SOLEYMANI E LE ACCUSE ALL'IRAN

Articolo successivo

CHI SONO GLI ANTENATI DEGLI EBREI ODIERNI?