I contenuti
Reportage giornalistico compiuto nel corso di ventuno giorni trascorsi ad Atene e dintorni; un viaggio che nasce da un incontro quasi casuale fra due giornalisti/ scrittori, una fotografa, un ragazzo greco che vive in Italia e si offre di tornare per tradurre e organizzare incontri.
Abbiamo intervistato piccoli e medi imprenditori, disoccupati, persone molto povere e in qualche caso assistite da Onlus benefiche, direttori di Centri di tutela dell’infanzia. E ancora commercianti, lavoratori dipendenti, pensionati, stranieri, simpatizzanti di Alba Dorata, vecchi partigiani comunisti, monaci ortodossi, liberi professionisti, giovani cameriere; e molti altri tipi umani.
Abbiamo chiesto loro perché è scoppiata la crisi, di chi sono le colpe, come è cambiata la loro vita, cosa pensano dell’Europa, dell’Euro, della troika, dei loro governanti, di se stessi, che futuro vedono per la loro Nazione, nell’antichità faro di civiltà, terra in cui sono nate la democrazia, il teatro, la filosofia e oggi lembo sofferente di un’Europa che sembra estranea, che per alcuni ha tradito la Grecia e per altri sta sperimentando sui greci un nuovo modello di sviluppo dettato dalla finanza internazionale.
Ma non manca il partito di chi dà la colpa al debito pubblico, alle spese pazze (con annesse truffe) del passato, ai prestiti contratti allegramente e allo sviluppo clientelare della democrazia ellenica. Abbiamo visto situazioni di disoccupazione, di indigenza, di degrado davvero pesanti e spesso non adeguatamente coperte dai media; le abbiamo documentate, cercando anche di cogliere qualche segnale di speranza o comunque in controtendenza.
Il materiale così ottenuto, e tanto altro di interesse sociologico fotografato o debitamente annotato nel taccuino, è stato diviso in due parti. Nella prima, si presentano le impressioni quotidiane raccolte nel blog con il quale abbiamo informato gli amici di Facebook e di Twitter, sensibilizzandoli al progetto e condividendo con loro le sensazioni raccolte in prese diretta dalle parole e dei comportamenti dei nostri interlocutori ateniesi.
Nella seconda, si sceglie un concetto che ha per iniziale ciascuna delle lettere dell’alfabeto per approfondire, a mente fredda, le riflessioni e incrociarle con le produzioni mediali italiane e internazionali (libri, articoli di giornali, siti internet) realizzate negli ultimi anni sulla Grecia: dalla A di Abitazione alla Z di Zeus, passando per la E di Euro, la G di Giochi (Olimpici), la I di Immagine, la V di Valori.
Ampio il corredo di immagini fotografiche.
 
 
Gli autori
ANDREA PANNOCCHIA. Dottore di ricerca in Sociologia della Comunicazione e giornalista pubblicista. Per Eclettica ha pubblicato, nel 2011, Alla base del Fini versus Berlusconi, un instant book sulla crisi del Centro-Destra italiano; nel 2012 Quelli che… la sezione, un saggio storico-sociologico sulla militanza in Toscana nei partiti della Prima Repubblica e, assieme a Massimo Nardini, Gli artigiani dell’etere, la storia delle principali televisioni private toscane; nel 2013 Scenari – Riccardo Migliori e l’esperienza all’OSCE, con prefazione di Franco Frattini.
Risiede a Santa Croce sull’Arno (PI).
ANDREA TURI. Laureato in Storia Contemporanea è specializzato in Scienze della Politica e dei Processi Decisionali presso Scienze Politiche a Firenze. Giornalista, collabora con “Eurasia – Rivista di Studi Geopolitici” e con il “Centro Studi Eurasia e Mediterraneo” per il quale ha prodotto il dossier Un nuovo asse geoeconomico in Eurasia? e contribuito a NATO: un’alleanza da ripensare. Recentemente ha pubblicato un approfondimento sugli sviluppi delle relazioni tra Kosovo e Serbia inserito nel volume Ex Jugoslavia: Gioco sporco nei Balcani (Anteo Edizioni) curato da Stefano Vernole. Risiede a Quarrata (PT).
 
 
Con la collaborazione di:
THEO CHATZIPETROS. Nato ad Atene, vive in Italia dal 1993. Greco madrelingua, parla inglese, olandese e italiano. Collabora con diversi studi di architettura lavorando nel campo della progettazione, del disegno, della grafica e del trattamento immagine in digitale. Ha svolto numerosi incarichi di interprete e traduttore in campo editoriale e, per alcune aziende, soprattutto nell’ambito commerciale. Grande esperto di tango, è organizzatore di milonghe a livello internazionale. Risiede a Firenze.
DEBORAH SEGANTINI. Persona dai molteplici interessi e ricca di esperienze lavorative; fra le altre cose, ha curato fotografia, layout, grafica e correzione di bozze di Speziario di Katia Pasquinelli, edito nel 2012 da Effe451 e sta curando l’edizione del secondo libro Aromatica della stessa collana, che uscirà entro la fine dell’anno in corso, per la medesima casa editrice. Organizzatrice di eventi culturali, docente di grafica, fotografia e gestione dell’organizzazione di eventi e di informatica di base in diversi ambiti formativi. Risiede a Quarrata (PT) ma vive a Firenze.

http://www.ecletticaedizioni.com/CrisiDellaGrecia.pdf

Articolo precedente

DATAGATE: EUROPA SOTTO SCACCO

Articolo successivo

DA PARMA AL LIMES DANUBIANO