La struttura dei comandi dell’esercito egiziano è articolata nello Stato Maggiore di Cairo, guidato dal  Tenente-Generale Sadqi Sobhi, che controlla quattro regioni militari (Alessandria, Suez, Marsa Matruh e Assiut) da cui dipendono in tutto 20 centri comando e controllo operativi regionali, a cui sono assegnate in totale tre armate e 9 corpi d’armata. Quindi, l’esercito egiziano schiera 4 divisioni corazzate, 1 divisione corazzata della Guardia Repubblicana, 4 brigate corazzate indipendenti, 8 divisioni di fanteria meccanizzata, 4 brigate di fanteria meccanizzata indipendenti, 2 brigate di fanteria indipendenti, 1 brigata aeromobile, 1 brigata aerotrasportata, 8 reggimenti delle Forze Speciali, 15 brigate di artiglieria pesante, 2 brigate mortai pesanti, 6 brigate missili anticarro, 2 brigate missili tattici, 6 brigate del genio, 24 battaglioni di polizia militare e 20 battaglioni della guardia di frontiera. In tutto si tratta di una forza di 468.500 effettivi, cui aggiungere almeno un milione di riservisti.

L’esercito egiziano è equipaggiato con armi di diversa provenienza: Stati Uniti, Francia, Regno Unito, Cina, URSS, Turchia e Italia, nonché di produzione locale. L’arsenale egiziano comprende:

 

Carri armati (MBT) 

1130 M1 Abrams di progettazione statunitense, ma in gran parte costruiti in Egitto;

1716 M60A3 Patton ceduti da USA e Germania

34 T-80 acquistati in Russia

435 Ramses II progettati e costruiti in Egitto

500 T-62 sovietici e cecoslovacchi

340 T-55 sovietici e polacchi

 

Veicoli da combattimento per la fanteria (IFV)

1030 YPR-765 PRI

1200 EIFV

800 SIFV

635 Fahd 280-30

220 BMP-1

 

Veicoli corazzati per la fanteria (APC)

765 Fahd 240

2447 M113A2

230 BTR-40

250 BTR-50

200 BTR-60

175 BTR-152

250 OT-62B

300 OT-64

260 BMR-600

650 Walid Mk.2

180 K-61

350 PTS-M

 

Cacciacarri

52 M901A3

290 YPR-765 PRAT

 

Veicoli da ricognizione corazzati (ARV)

72 M981 FISTV

180 RG-32M

300 BRDM-2

180 V-150 Commando

112 Cadillac Cage Commando Scout

 

Veicoli leggeri per la fanteria

3900 HMMWV

375 M1114

350 M1043

650 Tiger Kader-120 (produzione italo-egiziana)

820 Kader-320

110 Hotspur Hussard

 

Veicoli di supporto

280 M557

275 M548

250 M992

2024 veicoli per il genio

846 veicoli anfibi

555 veicoli anti-mine

60585 automezzi, autocarri e autoveicoli vari

 

Artiglieria

semoventi

420 M109A1/2

201 M109A5

124 SPH122

144 M110A2

120 M120

150 M106A2

350 M125A2

 

trainata

24 S-23

272 D-20

150 D-1

100 ML-20

600 D-30M

400 GH52

420 M-46

150 Type-59-1M

148 D-74

148 Type-60

150 M-30

200 M1944

9964 mortai

 

Lanciarazzi multipli (MLRS)

250 VAP-80

96 RL-812 TLC

250 PRL-81

120 Saqr-4

48 Saqr-8

50 Saqr-10

72 Saqr-18

130 Saqr-30

50 Saqr-36

20 Saqr-45

36 M-51

48 M270

215 BM-21 Grad

48 BM-24

36 K-136 Kooryong

 

Armi anticarro

6400 cannoni anticarro senza rinculo; 180000 razzi anticarro per RPG-7; 220 sistemi lanciamissili anticarro (ATGW) Milan II, 260 ATGW Swingfire, 810 ATGW BGM-71D TOW II, 500 ATGW Hellfire; 2500 missili antiaerei spallegiabili (MANPAD) Saqr Eye, 1800 MANPAD FIM-92  Stinger, 600 MANPAD 9K38 Igla;

 

Armi antiaeree

semoventi

20 9K31 Strela-1

100 M1097 Avenger

102 M163A2

148 Nile-23

72 Sinai-23

218 ZSU-23-4 Shilka

40 ZSU-57-2

100 M53/59 Praga

 

trainati

250 ZPU-2

200 ZPU-4

72 M167A3

650 ZU-23-2

72 Amun

700 M1939 da 37mm

400 M1939 da 85mm

600 S-60

200 KS-19

120 KS-30

 

Missili balistici

4-6 veicoli di lancio (TEL) per 24 missili balistici a medio raggio Nodong (gittata: 1300 km)

4-6 TEL per 30 missili balistici a medio raggio al-Badr (una variante egiziana dello Scud-C nordcoreanogittata: 900 km)

10 TEL per 50 missili balistici a corto raggio Hwasong-6 (gittata: 700 km)

24 TEL per 100 missili balistici a corto raggio Scud-C (gittata: 550 km)

20 TEL per 90 missili balistici a corto raggio Project-T (gittata: 450 km)

48 TEL per 200 missili balistici a corto raggio Scud-B (gittata: 300 km)

60 TEL per 360 missili tattici Saqr-80 (gittata: 80 km)

48 TEL per 288 missili tattici FROG-7 (gittata: 70 km)

L’Egitto oltre a sviluppare il nuovo missile balistico tattico RS-120, con una gittata di 120 km, che dovrebbe sostituire i FROG-7 e integrare i Saqr-80, possiede le risorse tecnologiche per produrre missili Scud-B/Cal-BadrProject-T Nodong.

 

Aviazione

L’aeronautica militare egiziana, guidata dal Maresciallo dell’Aria Yunis Hamad che comanda 30000 effettivi (e 20000 riservisti), dispone in totale di 463 aerei da combattimento, 319 elicotteri, 57 aerei da trasporto, 478 aerei da addestramento e 6 aerei radar (Airborne Early Warning and Control).

La forza aerea è costituita dai seguenti velivoli:

 

Velivoli da combattimento

240 Lockheed-Martin F-16C/D Fighting Falcon

32 McDonnell F-4E Phantom II

53 Dassault Mirage V

18 Dassault Mirage 2000EM

63 Mikojan MiG-21 Fishbed

57 Chengdu F-7B/M

 

Velivoli AEW

6 Northrop-Grumman E-2C HE2K Hawkeye 2000

 

Droni

10 Anka-A

53 Model-324 Scarab

48 R4E-50 Sky Eye

4 Camcopter

21 ASN-209

 

Aerei d’addestramento

54 Alpha Jet

54 PAC MFI-17 Mushak

54 EMBRAER 312 Tucano

74 G-115 Tutor

120 K-8 Karakoram

10 Aero L-39ZO Albatros

47 Aero L-59E Super Albatros

17 Bell UH-12 Raven

48 Zlin Z-142C

 

Velivoli da Trasporto

9 Antonov An-74

8 Beechcraft 1900

26 Lockheed C-130H Hercules

5 CASA C-295M

9 DHC-5 Buffalo

 

Elicotteri

47 Boeing AH-64D Apache

18 Boeing CH-47 Chinook

30 UH-60A/M Blackhawk

13 Kaman SH-2G Super Seasprite

5 Westland Sea King Mk.47

26 Westland Sea King Commando

3 AgustaWestland AW-109

42 Mil Mi-8

51 Mil Mi-17H

84 Aérospatiale SA-342K/L/M Gazelle

 

Difesa aerea

Il Comando della Difesa Aerea, che è responsabile della protezione dello spazio aereo dell’Egitto, dirige tutte le unità dotate di cannoni e missili antiaerei, caccia-intercettori, radar e sistemi di allarme aereo. Il comandante della Difesa Aerea è il Tenente-Generale Abd al-Muniam al-Tarras, che comanda una forza di 70.000 effettivi.

Tale comando allinea:

40 batterie di missili antiaerei (SAM) a lungo raggio Tayer al-Sabah

4 batterie SAM a lungo raggio MIM-104 Patriot

18 batterie SAM a lungo raggio MIM-23 Hawk

53 batterie SAM a lungo raggio S-125 Pechora-2M

10 batterie SAM a medio raggio 9K37 Buk

14 batterie SAM a medio raggio 2K12 Kub

16 unità SAM a medio raggio 9K330 Tor

16 batterie SAM a medio raggio Crotale NG

72 unità SAM a corto raggio MIM-72/M48 Chaparral

40 batterie antiaeree Skyguard-Amun, ognuna formata da 2/4 celle lanciamissili Aspide2000, 2 cannoni binati antiaerei Oerlikon GDF-005 da 35mm e un sistema di controllo del tiro Skyguard per ogni batteria.

75 batterie antiaeree AN/TWQ-1 Avenger, ognuna formata da 4/8 missili FIM-92 Stinger e una mitragliatrice da 12,7mm

Dal 2008, tutti i sistemi di controllo delle batterie, i radar, i posti di osservazione e  i centri comando sono collegati dalla rete nazionale informatizzata di primo allarme del sistema C3I (comando, controllo, comunicazione, intelligence) della Difesa Aerea, che comprende anche i velivoli AEW EC-130H Hercules, Grumman E-2C Hawkeye 2000 e Beechcraft 1900 ELINT, oltre a una rete in fibra ottica sotterranea.

 

Marina militare

La Marina egiziana è la più grande marina militare del Medio Oriente avendo ricevuto materiale  dall’Unione Sovietica, dalla Cina e da vari Paesi occidentali. La Marina egiziana raggruppa 18000 effettivi, più i 2000 componenti della Guardia Costiera, tutti posti al comando del Viceammiraglio Usama al-Qandi.

La flotta della marina militare egiziana è composta dai seguenti natanti:

4 sottomarini classe Romeo, armati con missili antinave Harpoon; è stato anche firmato un contratto per la costruzione di due sottomarini Tipo 209.

6 fregate lanciamissili: 4 classe Oliver Hazard Perry e 2 classe Knox

2 fregate antisom tipo Jianghu, classe Najm al-Zafir

2 corvette lanciamissili tipo Descubierta, classe Suez

24 motovedette lanciamissili: 4 classe Ambassador Mk.III; 9 tipo Osa I; 5 Type 148 classe Tiger;

6 classe Ramadan

8 motovedette antisom classe Hainan

10 motovedette: 6 classe Shershen; 4 classe Shanghai

20 navi d’assalto anfibio: 3 classe Polnocnij-A; 9 classe Vydra; 8 classe Seafox

28 cacciamine: 6 classe T-43, 4 classe Jurka; 2 classe Osprey; 4 classe Tuima; 3 tipo MHC; 6 tipo MSI; 3 UUV (droni sottomarini) Pluto+

15 navi ausiliarie, tra cui la nave rifornimento A230 Shalatain, classe Type 701 Lüneburg

2 navi salvataggio e 5 navi scuola

La Guardia Costiera allinea 30 motovedette e 69 tra motolance e motoscafi, mentre la Difesa Costiera è dotata dei seguenti missili antinave: FL-1, con una gittata di 150 km e una testata di 513 kg; KSR-2 con gittata di 200 km e testata di 1000 kg; Otomat Mk.II con gittata di 180 km e testata di 210 kg e MM-40 Mk.III Exocet con una gittata di 180 km e testata di 165 kg.

Articolo precedente

QUALE UNIONE PER L’UCRAINA?

Articolo successivo

L’ELEZIONE DI OBAMA E LA STRATEGIA GLOBALE DEGLI USA