A pochi passi da casa nostra si sta facendo la storia. Capire le rivolte arabe non è solo un imperativo che ci riguarda, ma anche il titolo di un libro proprio necessario. È quello di Pietro Longo e Daniele Scalea, due studiosi orientalisti e non due generici “analisti” improvvisati, quelli che dai giornali ancora prima di verificare notizie e accadimenti fanno da mosche cocchiere alla xenofobia e all’islamofobia.

Quello che sta succedendo vicino a noi, dal Bahrain alla Libia, viene spiegato incrociando dati, cifre, verifiche economiche e, ovviamente, illustrando le specificità culturali di un mondo che non è speculare rispetto ai pregiudizi che ci siamo costruiti.

È dunque un lavoro neutrale per come può essere considerato tale una ricerca scientifica.

Particolarmente interessanti i capitoli sugli scenari futuri.

È edito dall’Istituto di alti studi in geopolitica e scienze ausiliarie, e non si tratta di esercitazioni scritte sull’acqua ma di una fotografia presa dal vero.

Recensione pubblicata nel settimanale Panorama, 28 settembre 2011, anno XLIX n. 40 (2368), pag.142.

 

 

Pietro Longo, Daniele Scalea
Capire le rivolte arabe. Alle origini del fenomeno rivoluzionario
Cartografie di Lorenzo Giovannini
IsAG – Avatar 2011
 

CLICCARE QUI PER INFORMAZIONI SULL’OPERA E SU COME ACQUISTARLA

 

Articolo precedente

Qousque tandem...

Articolo successivo

Siria: il patriarca maronita vola in aiuto del regime siriano