• Anche ieri le Forze Armate siriane hanno contrastato i gruppi terroristici armati in molte località della Siria, prendendo di mira i covi dei terroristi tramite diverse operazioni, che hanno portato all’uccisione di molti criminali e a numerose  perdite nelle fila delle bande armate.
  •  

  • In particolar modo nella città di Idlib e nella sua periferia, le Forze Armate hanno neutralizzato molti uomini armati colpevoli di gravi reati, ed hanno fatto esplodere autovetture attrezzate di mitragliatrici Dushka.
  •  

  • Altre operazioni si sono susseguite ad Aleppo, nel quartiere di Marjeh, nei pressi dell’Istituto Industriale, in località Daneh, nella periferia di Aleppo, oltre che presso le rotatorie di Qadi Askar , a Bab Hadid, vicino al Centro Culturale di Hanano e a Dar al-Shifaa.
  •  

  • A Homs le Forze Armate hanno ingaggiato violenti scontri con bande armate che erano solite terrorizzare i civili  mediante atti violenti e assalti alle proprietà dei residenti.
  •  

  • Nella periferia di Damasco, a Harasta e Duma, le autorità competenti hanno sequestrato ingenti quantità di armi e una mitragliatrice Uzi, di fabbricazione israeliana. A Duma sono stati rinvenuti decine di ordigni esplosivi dal peso variabile (da 10 a 50 kg) piazzati nei campi, oltre che a un ospedale da campo, in cui sono stati ritrovati molti medicinali.
  •  

  • Infine, nella periferia di Deraa, a Tafs, e a Deir ez-Zor le Forze Armate si sono valorosamente scontrate con gruppi armati, sequestrando le armi in loro possesso e catturandone i membri più pericolosi.
  •  
     

    Fonte: Ambasciata della Repubblica Araba Siriana

    Articolo precedente

    LA MISSIONE EURASIATICA DI NURSULTAN NAZARBAYEV

    Articolo successivo

    LA DOTTRINA EURASIATICA DEL PRESIDENTE NURSULTAN NAZARBAYEV. LO “SPAZIO PENSANTE”