L’EQUILIBRISMO DI DANIEL ORTEGA

Managua, 6 novembre 2011. Una folla di gente in festa si riversa per le strade della capitale con striscioni neri e rossi - i...

“VECCHIE” RISORSE E NUOVE SFIDE. IL BRASILE OGGI

Il più delle volte, la metafora utilizzata per descrivere un Paese in forte espansione rimanda all’immagine di una locomotiva in corsa. Tale è l’associazione...

Argentina: incagliata tra ambizioni internazionali e ostacoli interni

Quando sono stato designato capo della missione iraniana in Argentina nel 2006, non avrei mai immaginato che migliorare la relazione tra il mio paese e lo Stato ospitante sarebbe stato oggetto di un desiderio e un pensiero costanti che non mi hanno mai abbandonato.

Il Brasile al voto: Biografie dei Candidati in Lizza

Il 3 ottobre i cittadini brasiliani si recheranno alle urne per eleggere il successore del Presidente Luiz Inacio Lula da Silva. I tre principali candidati alla carica di uomo più potente dell’America Latina sono Dilma Rousseff, José Serra, e Marina Silva.

Il caso Haiti tra fallimenti e speranze disattese

Le distorsioni prodotte da una crisi umanitaria, la mala allocazione degli aiuti e l'ennesimo fallimento strutturale delle ONG. Il terremoto di Haiti rappresenta l’esempio più recente delle complesse dinamiche presentate da una crisi umanitaria di grande portata.

Dibattito sul bicentenario dell'America Latina

Quest’anno 2010 ci avviamo a commemorare i duecento anni delle lotte per l’indipendenza dell’America conquistata dalla Spagna cinque secoli fa (12 ottobre 1492). Attualmente, tre sono i progetti che vorrebbero imporsi in America Indiolatina. .

Le Isole Malvine e la disputa per il petrolio

I Paesi sudamericani, facenti parte dell’Unione delle Nazioni Sudamericane (UNASUR), hanno denunciato in una dichiarazione rilasciata durante il loro vertice il 18 marzo, i piani di esplorazione petrolifera nelle disputate Isole Malvine (o Falkland secondo la dizione imperialistica), tra crescenti tensioni tra iRegno Unito e Argentina per l’arcipelago. L’UNASUR è stato creata nel 2008 e in essa vi sono i 12 paesi del continente sudamericano. “La presenza militare britannica nelle Falklands è contro la politica della regione per cercare una soluzione pacifica alla controversia sovranità sulla zona e i Paesi ribadiscono il rifiuto di tale presenza”, hanno dichiarato i ministri degli esteri dell’UNASUR nel documento.

IL PROCESSO DI PACE IN COLOMBIA

Il conflitto armato colombiano è uno dei più longevi del mondo; esso infatti insanguina e destabilizza il Paese sudamericano da mezzo secolo. Le forze...

La Russia e la riscoperta dell'America (Latina)

La volontà russa si è coniugata perfettamente con le pretese geopolitiche e geostrategiche di attori emergenti come Argentina, Brasile, Venezuela e Bolivia, di smarcarsi dall’influenza esercitata nell’area dagli USA in qualità di potenza egemone e di ritagliarsi uno spazio di manovra politico-economico.

Lo sguardo argentino al futuro delle relazioni internazionali

Il 21 Settembre 2011, in occasione della 66ª Assemblea Generale dell’Organizzazione Delle Nazioni Unite, il presidente argentino Cristina Fernández ha tenuto il suo discorso affrontando diverse tematiche rilevanti. Pur allineandosi, sostanzialmente, ai contenuti espressi in occasioni simili dagli altri presidenti dell’area latino-americana, l’intervento della Fernández offre tuttavia una serie di spunti interessanti per un’analisi dell’evoluzione economica e politica della Nazione latinoamericana.
Ottimizzato da Optimole
error: Tutti i diritti sono riservati.
0
    0
    Il tuo carrello
    Il tuo carrello è vuotoRitorna al negozio