La Russia e la riscoperta dell'America (Latina)

La volontà russa si è coniugata perfettamente con le pretese geopolitiche e geostrategiche di attori emergenti come Argentina, Brasile, Venezuela e Bolivia, di smarcarsi dall’influenza esercitata nell’area dagli USA in qualità di potenza egemone e di ritagliarsi uno spazio di manovra politico-economico.

Perché venti basi militari degli Stati Uniti?

Da quando è trapelata la notizia che Colombia aveva un accordo con gli Stati Uniti per agevolargli l’insediamento di sette basi militari nel suo territorio, l’argomento è stato oggetto di molta attenzione.

Argentina: come sfidare i creditori e farla franca

Insieme a Hugo Chavez del Venezuela, Lula del Brasile, Evo Morales della Bolivia, Rafael Correa dell’Ecuador, Kirchner era uno dei più importanti leader che la crisi del neoliberismo ha prodotto in America Latina. .

Argentina: incagliata tra ambizioni internazionali e ostacoli interni

Quando sono stato designato capo della missione iraniana in Argentina nel 2006, non avrei mai immaginato che migliorare la relazione tra il mio paese e lo Stato ospitante sarebbe stato oggetto di un desiderio e un pensiero costanti che non mi hanno mai abbandonato.

Haiti. Una ricostruzione difficile fra poli industriali e colera

A distanza di più di due anni dal terremoto, che ha causato oltre 300 mila vittime e un milione di sfollati, la ricostruzione di Haiti è partita davvero? Dall’autunno scorso, con il nuovo governo guidato da Gary Conille, si sono registrati dei tentativi di rilancio economico del Paese, grazie agli investimenti di diverse multinazionali. Tuttavia, ci si chiede se gli ingenti aiuti umanitari finora investiti non sarebbero bastati per consentire la ripresa del Paese? E, mentre emergono dati inquietanti sui fondi, il colera ha decimato gran parte della popolazione haitiana. Quest’ultima ha manifestato in più occasioni la propria insofferenza nei riguardi delle forze militari dell’UNSTAMIH: infatti, l’attuale svolgimento della missione è stato messo in discussione dalle denunce di violenze e abusi commessi da alcuni militari.

L’AMERICA COLONIALE: ALCUNI ASPETTI ECONOMICI

In un’intervista da me rilasciata all’illustre politologo Anaud Imatz per una rivista parigina di storia, alcune mie risposte mi sono sembrate incomplete per quanto...

Panama: ancora un imperativo strategico per gli USA?

Il 27 agosto scorso si è conclusa la Panamax 2010, una delle più grandi esercitazioni militari multinazionali del mondo. Svoltesi nelle acque del Canale di Panamá, le manovre sono durate 12 giorni, coinvolgendo oltre 2 mila persone, tra civili e militari, e più di 30 navi da guerra battenti bandiera degli Stati Uniti d'America e di 18 Paesi latinoamericani.

Nuove Strade nella Cooperazione allo Sviluppo? La Strategia del Brasile

In un recente articolo pubblicato dalla prestigiosa rivista britannica The Economist, intitolato “Parla piano e porta a casa un assegno in bianco” è stata analizzata la forte espansione della politica di aiuti economici del governo brasiliano nei confronti delle nazioni più povere del Mondo.

Il ritorno degli Usa nell'America Indiolatina

“Gli Stati Uniti sembrano destinati dalla Provvidenza a piegare con la fame e la miseria l’America intera in nome della libertà” è quanto profetizzò...

Malvinas o Falkland: una sovranità che è destinata a contrapporre il nuovo sistema emergente...

Nell’aprile 1982 l’esercito argentino invase le Falkland rivendicandone la sovranità a discapito dell’Inghilterra. Senza dimenticarne il valore oggettivo, che vedremo in seguito, l’azione militare...
0

Your Cart