Una fonte del Ministero dell’Informazione ha dichiarato che le foto diffuse da diversi canali satellitari riguardano i crimini commessi dai gruppi terroristici armati contro le persone che sono state rapite ed uccise ad Homs. La fonte ha aggiunto che diversi cittadini sono stati rapiti e uccisi dai terroristi in diverse zone della città e i loro corpi sono stati mutilati e ripresi per inviare poi le immagini ai media, allo scopo di incitare ad una presa di posizione internazionale contro la Siria.

“Ci siamo ormai abituati ad un crescendo delle azioni criminali da parte dei terroristi in prossimità delle riunioni del Consiglio di Sicurezza – ha aggiunto la fonte – al solo scopo di sollecitare delle misure contro la Siria”.

La fonte ha aggiunto che i canali satellitari, primi fra tutti Al Jazeera e Al Arabiya, partecipano ai crimini commessi dalle bande armate e accreditano i terroristi come loro corrispondenti nelle zone in cui vengono commessi tali crimini.

Gli abitanti di diversi quartieri di Homs hanno raccontato alla televisione siriana l’orrore degli omicidi e dei rapimenti commessi dai gruppi armati contro i cittadini, dicendo che le immagini trasmesse dai canali satellitari sono quelle di alcuni dei loro parenti e che avevano riconosciuto alcuni dei cadaveri di persone che erano state rapite e uccise dai gruppi terroristici.

(Ambasciata di Siria a Roma, 12 marzo 2012)

Articolo precedente

Ancora nessuna apocalisse

Articolo successivo

I BRICS vogliono abbandonare il dollaro