Il Ministero della Salute Siriano ha diffuso, in data 16 marzo 2012, il seguente comunicato:

“La provocatoria televisione del Qatar “Al Jazeera” ha trasmesso oggi, seguita da numerosi canali e mezzi di informazione che partecipano alla campagna di istigazione contro la Siria, la falsa notizia riguardante l’ospedale nazionale di Al Raqa, secondo cui le forze della sicurezza avrebbero fatto irruzione nel nosocomio, arrestando alcuni dei feriti che erano stati trasportati nella struttura.

Il Ministero della Salute, per chiarire la realtà dei fatti, assicura che tali notizie non solo sono false, ma costituiscono un’assoluta mistificazione e uno stravolgimento della realtà. Lo scopo che tali mezzi di informazione intendono raggiungere con la diffusione di simili notizie o altre, ugualmente false, è di aizzare i cittadini contro i settori dei servizi in Siria, fra cui rientra quello sanitario, privandoli del loro diritto ai servizi territoriali, in particolare quelli di pronto soccorso. Il Ministero esprime dunque il suo stupore per la perseveranza nellla diffusione di tali falsità da parte di tali media, nonostante le loro colpe siano state da tempo rivelate.

Il Ministero invita tutte le organizzazioni sanitarie e umanitarie internazionali a condannare questi metodi immorali e ridicoli, utilizzati da molti mezzi di informazione stranieri e da canali satellitari ingannevoli, che perseverano nello stravolgere la realtà in tutto ciò che riguarda l’ambito sanitario. Ciò malgrado i ripetuti appelli rivolti allo scopo di tenere tale settore lontano dagli schemi della politica estera, dal momento che esso presta i suoi servizi umanitari per salvare le vite di tutti, senza distinzione o interferenze di parte.

Il Ministero della Salute ribadisce che l’ospedale nazionale di Al raqa, come tutti gli altri ospedali nazionali nella regione, continua a prestare i suoi servizi medici e di pronto soccorsoa tutti i cittadini e 24 ore su 24.

Il Ministero in questa occasione ha invitato tutte le organizzazioni internazionali attive nel settore sanitario e umanitario in Siria, a verificare le notizie false e le mistificazioni che i mezzi di informazione si sono ormai abituati a diffondere, specialmente i canali regionali di sedizione, che si sono impegnati a manipolare i fatti riguardanti il settore sanitario in Siria”.

(Ambasciata di Siria a Roma, 19 marzo 2012)

Articolo precedente

Aggiornamenti ambasciata di Siria - 19 marzo 2012

Articolo successivo

Russia: Unione Euroasiatica, vertice leader a Mosca