Ieri mattina il gruppo salafita Ansar eddin si è impadronito di un consolato algerino nel nord-est del Mali. Il console e sei funzionari sono stati sequestrati e condotti in un luogo sconosciuto. Un impiegato ha raccontato la scena nel modo seguente: “Mi trovo davanti al Consolato d’Algeria nel quartiere 4 di Gao. I salafiti armati sono entrati nel consolato, hanno fatto prigionieri i diplomatici e il personale ed hanno sostituito la bandiera algerina con la loro bandiera nera”.
Un altro testimone ha fornito maggiori particolari sulla bandiera dei terroristi, che sarebbe identica a quella del gruppo salafita comandato da Iyad al Ghali.
Una fonte diplomatica algerina ha confermato a “Jeune Afrique” il sequestro del console e dei sei funzionari. Nel pomeriggio il Ministero degli Affari Esteri ha ufficializzato l’informazione.
Gao, che ospitava il comando dell’esercito del Mali per il nord, è caduta nelle mani dei ribelli sabato 31 marzo. Il controllo della città è rivendicato dal Mujoa, gruppo salafita dissidente dell’Aqmi.

Articolo precedente

Il Politico e i “Mercati”

Articolo successivo

Seminario: “Prospettive geopolitiche della Corea Popolare”. Il 18 Aprile a Trieste.