Le Forze Armate della Marina di “Israele”, degli Stati Uniti e della Grecia stanno svolgendo un intenso addestramento al largo delle coste mediterranee.
L’esercitazione – dal nome in codice “Noble Dina” – comprende la simulazione di combattimenti tra sottomarini ma anche battaglie aeree e interventi di protezione di piattaforme petrolifere marine, come informa il sito sionista JSS News.
L’esercitazione è iniziata il 26 marzo e dovrebbe concludersi il 5 aprile. A quanto riportano fonti greche, essa ha preso l’avvio da una base militare americana ubicata a Creta.
Sembra che le navi impiegate consistano principalmente in sottomarini e in cacciatorpediniere. Aerei caccia dei tre Paesi prendono ugualmente parte alle prove.
Secondo quanto afferma il sito greco Defencenet, parte delle esercitazioni avverranno al largo delle coste turche; proseguiranno al largo della costa meridionale di Cipro per concludersi nel porto di Haifa.
Lo stesso sito ha riportato che nella simulazione le forze nemiche hanno caratteristiche che richiamano quelle dell’aviazione turca.

Articolo precedente

Seminario: "La lotta per l’Africa"

Articolo successivo

L'Abkhazia e il sogno indipendenza: resoconto e foto della conferenza stampa del 30 Marzo