LA REVISIONE DELLA STRATEGIA NUCLEARE

La nuova politica statunitense in materia di armamenti nucleari sembra un ritorno al passato, quando la crisi degli euromissili stava per innescare un conflitto...

AEREI DA COMBATTIMENTO IN EUROPA: IL RUOLO DELL’ITALIA

Senza scendere nel dibattito tecnico riguardo a sistemi d’arma ancora in fase preliminare rispetto a quella progettuale e di pura concettualizzazione, ci concentriamo sulla...

LA NATO ALL’UNIVERSITÀ DI PARMA

“Caesar dominus et supra grammaticam” Carl Schmitt   Come si legge nel sito dell’Università di Parma, il 5 settembre scorso quest’ultima ha siglato con il Comando...

LA NEUROECONOMIA APPLICATA AL COMPARTO MILITARE

Le decisioni, nel loro senso più ampio, sono il risultato di processi in cui si accumulano evidenze: nella scelta fra due possibili soluzioni il...

IL TRATTATO INF E LA GUERRA NUCLEARE NON INTENZIONALE

Il 7 novembre 1985 a Ginevra Ronald Reagan e Michail Gorbaciov enunciarono il concetto di Guerra Nucleare Non Intenzionale, ossia l’inizio di ostilità causate...

Il cyber-terrorismo esiste o non esiste?

Cyber-terrorismo è un neologismo di nuova generazione che tenta di definire una nuova forma di terrorismo di tipo informatico.  Tuttavia a livello terminologico il...

LA GUERRA SOCIALE ED IDEOLOGICA: IL CASO UCRAINO E DELL’ISIS

Giovanni Caprara Dall’Iraq all’Ucraina sino all’ISIS, la strategia di intervento delle grandi potenze ha seguito una via univoca, ossia un attacco congiunto dall’aria e dal...

STRATEGIE MILITARI NEL CONFLITTO SIRIANO

“Per dissensi all’interno intendo quelli che mettono a nostro vantaggio la mancanza di accordo che può esserci tra gli alleati, tra i diversi corpi...

F-35: ANATOMIA DI UN CACCIA

Il tentennamento del governo italiano in merito all’acquisto dei caccia F-35 Lightning II è desumibile dalla condizione di crisi economica che attanaglia pesantemente gran...

Terrorismo islamico: nuove sfide e minacce.

Sono trascorsi ormai dieci anni dall'attentato compiuto da Al-Qaeda al World Trade Center e al Pentagono, e la data dell'11 settembre 2001 rappresenta tuttora uno dei grandi fattori di mutamento negli obiettivi e nelle strategie, in politica estera e interna, dell'Occidente e di tutti gli stati del mondo. Quali prospettive è possibile individuare di fronte ad un mutevole scenario?
ante. risus felis odio leo. Aliquam Sed sit dolor
0

Your Cart