Il percorso eurasiatico in Turchia: un aggiornamento

Un articolo di Ali Kulebi, presidente del TUSAM (Centro di ricerca sulle strategie di sicurezza nazionale) (1) sottolinea con notevole risalto l’interesse crescente della...

LA GNOSI ALAUITA

Per più di un millennio la comunità alauita ha vissuto ai margini della Umma islamica costretta alla pratica della taqiyya (dissimulazione) sia per istinto...

Referendum in Turchia: per farla finita con i colpi di stato

Domenica 12 settembre – esattamente a trent’anni di distanza dal colpo di Stato militare che impose l’attuale assetto costituzionale – la Turchia si esprimerà con un referendum popolare sul pacchetto di riforme costituzionali proposte dal partito di maggioranza AKP.

Teheran, Damasco e Caracas: il triangolo strategico

Che l’Iran annoveri tra le sue “amicizie di lungo corso” anche il Venezuela è risaputo. Oltre al Brasile e alla Bolivia, nella lista dei partners politici latino – americani un posto di rilievo è occupato proprio dal Venezuela di Hugo Chavez.

IL MEDITERRANEO FATTO A PEZZI

Sorprende che il direttore di “Stratfor”, George Friedman, nella sua analisi (1) dell'assassinio dell'ambasciatore statunitense in Libia, Christopher Stevens, non prenda in alcuna considerazione...

LA PORTE D'AFRIQUE. IL MAROCCO E L'UE

Nella visione geopolitico-economica dell'Unione europea il Marocco, Paese africano, mediterraneo e atlantico, è la Porte d'Afrique. Gli innumerevoli accordi bilaterali siglati dal Regno nordafricano...

SIRIA: FINALE DI PARTITA

«Time for reform». Così dichiara il Presidente siriano Bashar al-Assad al Wall Street Journal (1). E' il 31 gennaio 2011. La “rivolta” in Libia...

Le implicazioni geopolitiche di un possibile conflitto tra Israele e Libano

La schermaglia del 3 agosto scorso è una delle tante scintille che potrebbero scatenare l'incendio. Lo scenario di un ennesimo conflitto sarebbe molto preoccupante per il futuro di Israele che si esporrebbe in un contesto geopolitico non proprio favorevole, dopo l’abbandono della Turchia.

I servizi segreti israeliani infiltrati in tutto il governo libanese

WMR ha appreso dalle sue fonti d’intelligence libanese, che il governo libanese sta arrivando a capire che la penetrazione dell’intelligence israeliana di tutti i gruppi politici del paese, è peggiore di quanto inizialmente creduto.

Israele, un altro autogol

Un'analisi pungente e precisa riguardo la storia, infinita e ricca di sorprese, della Freedom Flotilla 2, la cui perseveranza mette a dura prova le resistenze israeliane circa la validità e la necessità di continuare l'embargo a Gaza. Tutto questo non trascurando le valutazioni di paesi limitrofi direttamente interessati, quali Grecia e Turchia. La storia di un attivismo condito di umanità e di determinazione il cui destino rimane tuttora incerto.
ut luctus Sed lectus venenatis, ante. Curabitur Praesent justo eget
0

Your Cart